Logo San Marino RTV

San Marino – Venezia 2-1

13 apr 2014
San Marino – Venezia 2-1San Marino – Venezia 2-1
San Marino – Venezia 2-1 - Dall'uovo di pasqua Cuttone estrae un San Marino giovane e frizzante. Russo non farà rimpiangere Fog...
Dall'uovo di pasqua Cuttone estrae un San Marino giovane e frizzante. Russo non farà rimpiangere Fogacci, davanti la linea verde Cicarevic, Lolli, Beretta determineranno la gara. Ma andiamo con ordine. Manuel Gavilan si muove bene ma non ha l'istinto del killer. Occasione ghiotta, pareggiata poco dopo dal destro di Margiotta finito fuori da ottima posizione . C'è materiale di discussione per la trattenuta in area su Moreno Beretta, si allunga la maglia ma per il direttore di gara non ci sono gli estremi. Insiste il Titano, Cicarevic non trova lo specchio. Alla distanza cresce il Venezia. L'esterno destro Campagna fa partire un traversone Ricardo Bocalon in tuffo, Gian Luca Vivan con l'aiuto della traversa, grande parata del numero 1 biancoazzurro. Che si ripete di li a poco. In questo caso è Kirilov a mettere Calamai in condizioni di calciare a rete a botta sicura, Vivan estrae dal cilindro un'altra risposta delle sue. Si chiude il primo tempo con un'altra opportunità per Gavilan, ma resta un'opportunità. Dagli spogliatoi esce solo il San Marino. Magnanelli ci prova di prima intenzione la porta è solo vicina. Si sente il profumo di goal che arriva al sesto della ripresa. Azione personale di Moreno Beretta, ottima la sua partita: il centroavanti si beve Pasini e mette al centro per l'accorrente Sasha Cicarevic che non può sbagliare, primo goal tra i prof per il talentino del Cesena. Adesso il Titano è padrone del campo colpo di testa di Pacciardi, l'impacciato Pasini rischia l'autogoal. Altro materiale per la moviala al minuto 26. Lolli, appena entrato spicca il volo, e deposita in rete, per l'assistente l'attaccante si appoggia sulla schiena del difensore del Venezia, goal annullato. Nicolò Lolli ha un gran voglia di sbloccarsi, diagonale potente, gli difetta ancora la precisione. Sortilegio che si interrompe per lui al 34esimo, l'assist è di Ferrero e anche per Lolli primo goal tra i professionisti, giustificato l'esuberante esultanza che gli costa il cartellino giallo meno pesante della sua carriera. Si accende il finale, quando Guarco, minuto 90 spinge D'Appolonia in area, rigore ineccepibile trasformato da Franchini. Nella circostanza, Guarco già ammonito, prende il secondo e finisce sotto la doccia con qualche minuto di anticipo. Nel recupero il San Marino conserva quella che è la seconda vittoria consecutiva a Serravalle. Dimostrazione di dignità assoluta, tranquilli anche i rappresentanti federali, inviati sul posto per vigilare sulla correttezza dell'incontro. Ora l'ennesima sosta poi i 180 minuti finali di un campionato che se non altro mette in luce l'orgoglio della squadra di Agatino Cuttone

L.G.


LE INTERVISTE