Logo San Marino RTV

Santarcangelo - Pergolettese 0-0

3 nov 2013
Santarcangelo - Pergolettese 0-0
Santarcangelo - Pergolettese 0-0
Il Santarcangelo di Fraschetti, reduce da un filotto di quattro vittorie consecutive con Castiglione, Torres, Spal e Vecomp ospita un'ambiziosa Pergolettese, scesa in Romagna per non perdere. La disposizione difensiva a cinque per i lombardi, coniugata alla scarsa vena offensiva clementina offrono una prima frazione adatta ai deboli di cuore. L'unico sussulto azzardato arriva da un tentato schema su punizione del duo Paolo Rossi – Graziani, con l'ex Spal che va giù al contatto con Bertazzoli: Candeo lascia giocare.
Alla mezzora esatta la formazione di Giunta crea la sua prima ed unica palla gol dell'incontro: Bardelloni arriva a concludere in area. Garaffoni mura la prima, il palo la seconda. Il Santarcangelo si salva così. E non capitalizza quando la palla buona è per i padroni di casa: Graziani approfitta dell'errore grossolano di Sembroni, ma non finalizza col destro al volo.
Un primo tempo da sbadigli finisce in archivio: la ripresa è inaugurata dalla solita generosità di Graziani che ruba palla e scarica su Bisoli, che trova il corpo di un avversario sul suo destro. Beccaro poi è lesto nell'anticipo, ma Grandi risponde presente sulla conclusione defilata.
Spinge il Santarcangelo, che concede agli ospiti la sola combinazione Bardelloni – Iovine, conclusa così dall'esterno di Giunta.
Fraschetti prova a pescare il jolly dalla panchina: dentro Pasi e Piccoli. L'ex Cesena si presenta così dopo 40 secondi.
Graziani è il solito trattore: lotta, punta, sbaglia, rimedia e serve a Piccoli la palla buona. Il mancino del fantasista gialloblù ha partorito traiettorie migliori di questa, che non muove il risultato. Le palle inattive sono adesso un fattore: ancora Piccoli, qui, non è fortunato.
La Pergolettese conduce in porto l'obiettivo prefissato: un punto in Romagna. Per il Santarcangelo non è arrivata quinta vittoria consecutiva, ma gli uomini di Fraschetti possono vantare una difesa che non subisce reti da cinque incontri: ultimo a bucare Nardi è stato Scaccabarozzi. Da allora 515 minuti di imbattibilità che per le ambizioni di salvezza clementine sono quasi una certezza.