Logo San Marino RTV

Serie B, Verona-Cremonese 1-1

3 nov 2018
Verona-Cremonese 1-1
Verona-Cremonese 1-1
Poteva dormire, almeno per una notte, da capolista Fabio Grosso ma il suo Hellas non convince e, dopo il tonfo di Ascoli, fa un mezzo passo falso anche contro la Cremonese di Andrea Mandorlini che rovina la festa alla sua ex squadra. 
Con i 3 punti gli scaligeri avrebbero potuto sorpassare il Pescara, così non è stato e ora le altre possono allungare.
E dire che per il Verona si era messa pure bene: punizione letale per la Cremonese, Colombatto tocca per Caracciolo che schiaccia di testa. Radunovic disattento e gialloblu avanti alla prima occasione utile
L'Hellas spinge per chiudere subito i conti e all'11 va a un passo dal raddoppio. Cissè lavora un buon pallone spalle alla porta, vede lo scatto di Crescenzi. Pallone con il contagiri per l'ex Pescara che calcia: questa volta Radunovic è attento e salva la porta dei grigiorossi.
L'avvio shock spaventa la Cremonese ma 5 minuti più tardi Emmers ha l'occasione di trovare un insperato pareggio, per come si era messo il match nel primo quarto d'ora. Conclusione dal limite con la palla che sfiora il palo.
Ora la partita cambia, l'Hellas si spaventa e indietreggia, la Cremo continua a spingere e alla mezz'ora trova l'1-1 nella maniera più incredibile. Il guardalinee alza la bandierina per un fuorigioco inesistente, la retroguardia gialloblu si ferma ma Perrulli ne approfitta: l'arbitro non fischia, si va avanti e a centro area sbuca Arini che da due passi non può sbagliare. Primo centro stagionale per il difensore e Verona su tutte le furie con l'assistente
La rabbia per il pareggio potrebbe trasformarsi in energia positiva da sprigionare in campo ma, tra l'Hellas e il 2-1, ci si mette pure la dea bendata: è la traversa a dire di no al colpo di testa di Ragusa. Poi sul tap-in Calvano non riesce a battere Radunovic per riportare ancora avanti i suoi.
Primo tempo scoppiettante ma nella ripresa non succede nulla eccezion fatta per un destro a giro di Castrovilli ai -15 dalla fine che termina alto di pochissimo.
Finisce così al Bentegodi, tra i fischi dei tifosi e tanta delusione per un'occasione sciupata. Ora il Pescara può allungare a +4. La Cremonese, invece, guadagna un buon punto su un terreno ostico e prosegue la rincorsa ai play-off.

AC