Logo San Marino RTV

Serie C, due turni per i verdetti: Pordenone verso la B, Rimini in lotta per evitare la D

Ai ramarri bastano due punti e potrebbero festeggiare già domenica.

di Riccardo Marchetti
23 apr 2019
Serie C, due turni per i verdetti: Pordenone verso la B, Rimini in lotta per evitare la D
Serie C, due turni per i verdetti: Pordenone verso la B, Rimini in lotta per evitare la D

180' da giocare e tanti piazzamenti da determinare nel Girone B di Serie C, anche se alcune porte, ormai, sono socchiuse. A partire da quella che dà sulla promozione diretta, col Pordenone pronto a stappare la bottiglia. +5 sulla Triestina significa che mancano 2 punti per la prima salita in cadetteria dei ramarri. 2 perché gli scontri diretti sono in patta e la differenza reti sorride ai giuliani, che in caso di arrivo alla pari, dunque, prevarrebbero. Ipotesi improbabile, visto che domenica il Pordenone riceve una Giana Erminio quasi salva: in caso di vittoria – o di mancato successo triestino col Teramo – si chiuderà il discorso, altrimenti i neroverdi dovranno giocarsi tutto nel complicato campo della Feralpi, con l'alabarda di scena a Fano.

Fano che invece è impelagato nella ben più aperta lotta salvezza, che al momento lo vedrebbe retrocedere direttamente in D. Al playout ci sarebbero il Rimini e la Vecomp, che rispetto ai granata hanno 2 e 3 punti in più. Insieme ai veneti c'è pure il Renate, favorito, anche lui, dalla differenza reti. Prima di ricevere la Triestina il Fano va dal Vicenza, che come la Samb è in cerca degli ultimi due pass playoff. Il Rimini invece è dalla Vis Pesaro – nel limbo tra i due play ma più vicina agli out – e chiude ospitando proprio il Renate, domenica impegnato in casa con la FeralpiSalò. Per Verona invece ci sono due squadre come la Vis, a metà del guado: AlbinoLeffe, tra le mure amiche, e Gubbio, fuori.

Tra quelle della terra di mezzo le più pericolanti sono quelle a 40 punti – Pesaro, Albino e Ternana – mentre il Teramo, coi suoi 42, è quella che vede più da vicino i playoff. Per i quali sono preziosi quarto, terzo e secondo posto, che permettono di saltare rispettivamente uno, due o tre turni. Il secondo è di fatto della Triestina, gli altri due sono occupati, alla pari, da Imolese e Feralpi: i rossoblu attendono il Sudtirol – che sta a -3 e deve provare a stare in corsa – e quindi vanno dal Ravenna, già tranquillo nei playoff e domenica a Terni. Poi c'è la variabile Monza, 6° ma in finale di Coppa Italia con la Viterbese: dovesse vincerla accederebbe direttamente al primo turno nazionale e il suo posto, al momento, andrebbe al Teramo.