Logo San Marino RTV

Serie C: il Rimini rimonta la Reggiana poi si affida ad un immenso Francesco Scotti

Terzo rigore parato dall'ex San Marino sempre più protagonista

di Lorenzo Giardi
24 ott 2019
Il rigore parato da Francesco Scotti
Il rigore parato da Francesco Scotti

Al minuto 24 del primo tempo sembrava la classica pratica archiviata. Bum bum Reggiana, doppio colpo di testa: il primo di Varone, il secondo di Scappini e Rimini già sul pullman per il ritorno a casa.

Sul primo goal troppo solo Varone, maglie biancorosse troppo larghe. Sul secondo straordinaria la torsione di Scappini che si libera con mestiere e si coordina con una torsione degna di un grande attaccante. 2-0 Reggiana e probabilmente nessuno poteva immaginare quello che sarebbe successo da li a poco. Ma solo il calcio può regalare queste emozioni. Poco dopo la mezz'ora primo cartellino giallo evitabilissimo per Martinelli, fallo su Ventola, senza senso in una zona di campo non pericolosa. La coppia si ritrova ancora a contatto qualche minuto dopo con Martinelli ancora in ritardo su Ventola che lo brucia per la seconda volta e in questo caso in area: secondo giallo e calcio di rigore per il Rimini: Gerardi non sbaglia. Biancorossi rianimati e con l'uomo in più. Alvini, deve avere incenerito negli spogliatoi il suo esterno sinistro , perché prima della fine di frazione arriva anche il pareggio. Palma, calibra una punizione in area salta Gerardi, Narduzzo respinge corto arriva Ventola e appoggia in rete. Come cambiano le partite. Basta un episodio una scintilla.

Ripresa, Kirwan colpisce a botta sicura, Finizio fa lo Scotti senza averne licenza, rosso diretto e calcio di rigore per la Reggiana. Scappini, troppa paura davanti a Francesco Scotti che vince il duello prima di tuffarsi. È il terzo rigore parato da un portiere che non finirà mai di stupire. A questo punto potrebbe arrivare anche il sorpasso al contrario: Palma colpisce in pieno la traversa, ma per come si era messa al Rimini può andare bene così. Terzo pareggio consecutivo per i biancorossi che dimostrano ancora una volta di avere attributi e non arrendersi mai. A Reggio Emilia, Reggio Audace – Rimini 2-2.