Logo San Marino RTV

Serie D, Girone F: Recanatese e San Nicolò allungano in vetta

Porto Sant'Elpidio e Vastogirardi perdono e cedono il terzo posto a Pineto e Montegiorgio. Cattolica lascia l'ultima piazza alla Jesina.

22 ott 2019

Le capolista del Girone F vincono e allungano sulle inseguitrici, ora a -7. La Recanatese incassa l'incornata di Fantauzzi – servito da Malizia – ma poi ribalta 2-1 il Chieti: Camerlengo non trattiene lo spiovente di Borrelli e viene punito dalla stoccata di Dodi, quindi ancora Borrelli batte dalla bandierina e accende un mischione risolto da Ficola.

Di Misura anche il San Nicolò, che fa 3-2 sul Porto Sant'Elpidio. Colpiti due volte da Sansovini – mancino chirurgico da fuori e rigore – gli ospiti impattano prima con Ruzzier – pure lui impeccabile di sinistro - e poi con Maio, scappato verso la porta su una perfetta azione verticale. Infine però si suicidano con l'autogol di Cuccù, colpito dalla respinta di Giacchetta sull'inzuccata di Salvatori.

Il Porto perde il terzo posto al pari del Vastogirardi battuto 2-1 in casa dall'Agnonese: la decide la splendida doppietta di Viscovich, che apre con uno spunto maradoniano chiuso in diagonale e chiude con una bordata da fuori che piega i guanti a Caparro. In mezzo tante parate di Mejri e il rigore del momentaneo pari di Kyeremateng.

Il terzo posto ora è roba del Montegiorgio - che fa 1-0 a Campobasso grazie al tiro da lontanissimo di Mariani agevolato da Natale - e dal Pineto, vincente 2-1 a Tolentino: Minnozzi sorprende Shiba su punizione e gli azzurri vanno sotto, salvo poi ribaltarla coi tiri da fuori di D'Angelo e Bianciardi.

Cade il Tolentino e ringrazia il Cattolica SM, che sale a -4 dai playout col 2-2 con la Sangiustese, due volte avanti con Romano e Patrizi e due volte ripresa da Fabbri e Som.

Ora l'ultimo posto è solo della Jesina che cede 3-1 al Matelica, avanti con la perla a giro di Valenti e col capolavoro da 40 metri, dritto all'incrocio, di Bordo. Cruz accorcia su rigore ma non basta, anzi al 94° c'è il sigillo in slalom di Moretti.

Allontana il fondo il Fiuggi che travolge 6-0 il Giulianova: dopo il vantaggio di Macrì c'è il raddoppio su rigore di D'Andrea, nell'occasione Moi è espulso e da lì parte la mattanza. Basilico fa tris, mentre la doppietta di D'Andrea porta al poker. Infine un'altra doppietta, stavolta di Manfrellotti, a rendere il tutto tennistico.

Fiuggi risale in classifica e supera l'Avezzano, che con la Vastese va avanti con Gaeta, imbeccato dalla sponda di Brunetti su punizione di Traditi, ma poi incassa l'1-1 di Palumbo, servito dalla rimessa lunga di Dos Santos.