Logo San Marino RTV

Serie D: Rimini – Forlì 2-0 inizia con una vittoria l'era Rota

Decidono i goal dl diciottenne Alessandro Pecci nel primo tempo e di Abel Gigli nella ripresa

di Lorenzo Giardi
4 ott 2020
Rimini – Forlì 2-0
Rimini – Forlì 2-0

Un bel derby va in archivio con i primi tre punti dell'era Rota. Il Rimini fa sua la prima sfida di questo campionato di Serie D. Il Forlì può rammaricarsi per le diverse occasioni create e non sfruttate nei primi minuti di gioco. Ivan Buonocunto sempre ispirato per Pozzebon, l'attaccante si presenta tutto solo davanti a Scotti che in uscita gli chiude lo specchio, poi Gkersos sulla respinta trova il corpo di Gigli. Risposta biancorossa con Ambrosini che lascia partire una conclusione senza trovare il bersaglio. Buonocunto, riceve dal portiere De Gori, lancio di 60 metri per lo scatto di Pozzebon, Scotti sceglie bene il tempo esce 5 metri fuori area per anticipare di testa l'attaccante di Angelini. Minuto 17 , calcio di punizione di Ricciardi, colpo di testa di Pupeschi, colpevolvente lasciato solo dai difensori forlivesi il diciottenne Alessandro Pecci in girata mette alle spalle di De Gori, che tocca, ma non basta per impedire al pallone di rotolare in fondo al sacco. Sblocca il Rimini con un interessante ragazzo del 2002. Il Rimini ha un altro giovane di prospettiva, il sammarinese Lorenzo Capicchioni stesso anno di Pecci, anche lui 18 anni, il suo diagonale esce non di molto. Ballardini dalla distanza, la sfera si alza sopra la traversa.

Ripresa. Rimini a braccia alzate a chiedere un fallo di mano di Vesi che per il direttore di gara non c'è. Cambia molto Angelini, uno dei nuovi è Gasperoni palla dentro per il colpo di testa di Pozzebon, difetta sempre la mira. Ma lo stesso Pozzebon è molto sfortunato quando scarica un diagonale preciso e potente, Scotti è battuto, incrocio dei pali, e sfera che batte sulla linea di porta. Pareggio solo sfiorato. La formazione di Mastronicola reagisce subito: Ricciardi spacca il palo, sulla ribattuta Ambrosini mette dentro, l'assistente vanifica per posizione irregolare. Il raddoppio è solo rimandato. Sull'angolo di Ricciardi, perentorio stacco di testa di Abel Gigli, tra i migliori, se non il migliore della partita, e sfida chiusa. Allo stadio Romeo Neri di Rimini, Rimini batte Forlì 2-0 comincia bene l'era Rota