Logo San Marino RTV

Teramo-Sudtirol 0-0: gli ospiti premono ma non passano

19 feb 2017
Teramo-Sudtirol 0-0Teramo-Sudtirol 0-0
Teramo-Sudtirol 0-0 - Nessun gol nella prima di Ugolotti sulla panchina del Teramo
Esordio sofferto ma tutto sommato felice per Ugolotti sulla panchina del Teramo, che contro un Sudtirol in salute e imbattuto da tre turni regge all'assedio e porta a casa un prezioso0-0. E parte pure forte, con Sansovini che scappa sul filo del fuorigioco su apertura di Di Paolantonio: il controllo di petto non è perfetto e permette a Sarzi Puttini di recuperarlo, pur con un po' di affanno. Poco dopo Petrella parte a mille dalla trequarti, salta Obodo e scarica dal limite, Marcone si salva in corner a mani aperte.

Il Sudtirol replica col cross di Tait sul quale si avventa Gliozzi, che però colpisce col lato sbagliato della faccia. Quindi Tulli va di giravolta su Amodio e appoggia al tutto solo Obodo che prova la botta da fuori, mancando di poco il bersaglio. Obodo ancora protagonista col lancione lungo per Gliozzi, stavolta bravo nell'aspettare Cia e nel servirlo di tacco: il tiro del 7 non è irresistibile ma non lo è nemmeno Narciso, la difesa invece è attenta e spazza.

Il Sudtirol continua a farla da padrone anche in avvio di ripresa ancora con Obodo, che innesca la torre di Spagnoli per Gliozzi: l'attaccante controlla di petto al limite, va in dribbling su Camilleri e crolla a terra nel contrasto. Per l'arbitro è tutto regolare, il contatto però c'è e il fallo pure. Ormai è un assedio: Spagnoli riceve spalle alla porta da Tait, protegge il pallone e scarica all'onnipresente Obodo, sulla cui conclusione Narciso è sempre da brividi ma manda in angolo. Altro giro, ruoli invertiti: traversone tagliato del nigeriano, Spagnoli non ci arriva di un soffio.

Sempre e solo Sudtirol con l'azione tutta in verticale al termine della quale Cia, liberato dal velo di Gliozzi, calcia centralmente su Narciso. Nel finale gli ospiti allentano la pressione e il Teramo prova a vincerla: Di Paolantonio sfodera un gran controllo e un cross al bacio per la testa di Barbuti, che si smarca bene ma non inquadra.

RM