Logo San Marino RTV

Un super Padova ne fa 6 al Fano

di Alessandro Ciacci
1 set 2019
Padova - Fano  6-1SRV_PADOVA_FANO_010919
SRV_PADOVA_FANO_010919

45 minuti a dir poco soporiferi poi si scatena la tempesta anche se, sull'Euganeo, splende un sole cocente e un clima che è ancora tipicamente estivo. E nonostante tutto il Padova di Sullo sembra girare già ad alti regimi e ne rifila 6 ad un Fano che, come detto, tiene solo nel primo tempo. Anzi, nel primo tempo andrebbe anche in vantaggio con il tocco sotto misura di Barbuti ma il direttore di gara annulla tutto per fuorigioco. Qualche dubbio, però, resta. E poi si scivola via fino alla ripresa quando Ronaldo pesca Mokulu che mette giù la sfera ma poi viene messo giù da un ingenuo Di Sabatino. Dal dischetto Santini è freddissimo e spiazza Viscovo per il vantaggio Padova. Nel 2-0, invece, il merito è tutto di Yves Baraye che parte da metà campo, resiste alla carica, si rialza come una molla e serve allo stesso Santini una palla solo da spingere dentro.

Lo spazio e il tempo per recuperare in casa Fano ci sarebbe anche ma l'Alma si scioglie, è proprio il caso di dirlo, come ghiaccio al sole, e il Padova ne fa altri 4 in 10 minuti. Il 3-0 è un'incornata di Fazzi su punizione di Ronaldo che l'arbitro cancella in un primo momento ma poi convalida. Due minuti dopo Castiglia si inserisce tra due difensori marchigiani e chiude l'azione con un pregevole pallonetto. La retroguardia del Fano ora è un colabrodo: Germano riceve dietro il centrocampo, si libera di un uomo e approfitta del blocco di Mokulu per presentarsi a tu per tu con Viscovo e batterlo per il 5-0 dei biancoscudati che, all'81', fanno anche il sesto. Ennesimo lancio da dietro, questa volta Bunino parte al di là di tutti ma nessuno, soprattutto l'assistente, se ne accorge e allora il Padova chiude il set. Nel finale arriverà il gol della bandiera degli uomini di Fontana con la bella girata al volo di Gatti su piazzato di De Vito ma poco conta. Il Padova supera caldo e avversari ed è ancora a punteggio pieno.