Logo San Marino RTV

Vis Pesaro - ArzignanoChiampo 2-1

di Alessandro Ciacci
24 nov 2019

L'Arzignano formato trasferta spaventa – tre vittorie in campionato, tutte fuori dalle mura amiche – ma la Vis Pesaro torna comunque a sorridere, e lo fa dopo 4 partite senza successi. I marchigiani, in avvio, faticano a prendere le misure: Piccioni scarica per Maldonado al limite che calcia senza pensarci due volte non trovando lo specchio della porta per pochissimo. Per mezz'ora, poi, non succede più nulla. Fino a quando Grandolfo ci prova con il mancino: anche qui il risultato è lo stesso, palla sul fondo e non di molto. Ma 5 minuti dopo Pesaro può festeggiare: Pannitteri prende velocità, penetra in area e in diagonale fredda Tosi che tocca ma non basta.

1-0 Vis che dura giusto il tempo dell'intervallo perchè, ad inizio ripresa, Gennari stende Pattarello lanciato a rete e il direttore di gara non ha dubbi. Ci poteva stare anche il rosso diretto per il difensore vissino. Fatto sta che Daniele Rocco trasforma il calcio di rigore e impatta il risultato. E' qui, però, che l'Arzignano esce virtualmente dal terreno di gioco. Grandolfo aggancia splendidamente un lancio dalle retrovie e calcia dalla distanza, Tosi è pronto e allunga in corner. La porta ora sembra stregata, i minuti passano e i vicentini soffrono ma reggono. Agli uomini di Pavan serve una giocata per far saltare il banco, e questa arriva ai -20. Palla bassa di Misin e giocata da attaccante puro di Grandolfi: il 9 riceve sotto porta, si gira e calcia. E' il gol del 2-1 che fa impazzire il “Benelli” e che reggerà fino alla fine anche perchè l'Arzignano cerca il tutto per tutto ma rimane in 10 per la doppia ammonizione comminata a Tazza.