Logo San Marino RTV

Alla scoperta del nuovo campionato: JUVENES/DOGANA

Dopo l'ottimo quinto posto, la società di Serravalle ha deciso di cambiare quasi "in toto" il parco giocatori con 13 nuovi acquisti. Una delle poche conferme è Massimo Mancini come allenatore, assistito dal vice Alessandro Guerra.

di Alessandro Ciacci
5 set 2019

Alle spalle delle big. Così si è conclusa la passata stagione della Juvenes/Dogana, con un quinto posto dopo una partenza “ad handicap” dal Q2. Ancora una volta un buon risultato per la società di Serravalle, l'ultima nata nel calcio sammarinese ma con già 2 Coppe Titano nel palmares, conquistate nel 2009 e nel 2011. Vista l'ottima annata, la Juvenes ha scelto la continuità confermando Massimo Mancini come allenatore. “Io sono ancora qui” - dice il tecnico - “ma la squadra è quasi completamente cambiata. Sarà un anno zero”.

Tredici nuovi acquisti. Una rivoluzione quella messa in atto dalla Juvenes/Dogana che ha scelto di puntare su tanti giocatori provenienti dai campionati italiani. I colpi sono quelli di Amdy Dieng – già ex La Fiorita – e Manuele Lombardini, centrocampista classe 1982 con una carriera sempre tra Eccellenza e Serie D. E tra queste categorie ha militato anche il calabrese Antonio Ferraro, terzino di spinta proveniente dalla Stella Rimini. Il cammino dei biancorossoblu inizierà il 21 settembre contro il Pennarossa, la coppa ha invece riservato la Libertas agli ottavi di finale, a cavallo tra ottobre e novembre.

Nel servizio le interviste a Massimo Mancini, allenatore Juvenes/Dogana, e Antonio Ferraro, difensore Juvenes/Dogana.