Logo San Marino RTV

Campionato: "remuntada" Libertas, caduta Tre Fiori

Il sabato di campionato sammarinese regala grandi partite, dalla rimonta della Libertas nel derby con il Cailungo alla caduta del Tre Fiori campione in carica per mano della Folgore. Successo anche per il Domagnano, l'unico pareggio è tra Murata e Virtus.

di Alessandro Ciacci
18 ott 2020

Discesa all'inferno e risalita in paradiso: c'è tutto nel sabato pomeriggio della Libertas nel derby del castello di Borgo Maggiore contro il Cailungo. I rossoverdi dominano nella prima parte di gara e vanno in doppio vantaggio, prima con la staffilata di Vitali dal limite dell'area poi con il tocco sotto porta da parte di Urbinati. La formazione di Mirko Papini, però, opera la “remuntada” nella ripresa. Il rigore di Marco Bernacci accorcia le distanze mentre il bel calcio di punizione di Luca Righini ristabilisce la parità. Il definitivo 3-2 arriva all'86' con Obeng che non lascia scampo al portiere avversario. Libertas che si mantiene nelle zone nobili della classifica, dove cerca di risalire anche la Folgore dopo la partenza shock. I campioni in carica del Tre Fiori rimangono in 10 dal 35' per l'espulsione di Bilendo e capitombolano ad un quarto d'ora dalla fine con l'acrobazia di Aluigi che regala il primo successo in campionato per Falciano.

Rimane imbattuta, invece, la Virtus di Gigi Bizzotto che, contro il Murata, va sul momentaneo 1-0 con il penalty trasformato da Baiardi prima di subire il pareggio da parte di Baschetti ai -20. Diagonale del 7, nulla da fare per Stimac. Quinta giornata del campionato sammarinese che si è aperta con l'anticipo tra Domagnano e San Giovanni. I rossoneri sono i primi a gonfiare la rete con Fancellu poi arriva la rimonta dei giallorossi di Paolo Cangini. Ambrogetti impatta di testa e firma l'1-1, nel secondo tempo Simoncelli lo imita e firma il sorpasso. Vantaggio legittimato in chiusura di match con il calcio di rigore di Alessio Cangini.