Logo San Marino RTV

Coppa Titano, tutti i gol del martedì sera

7 nov 2018
L'ultimo rigore della LibertasCoppa Titano, tutti i gol del martedì sera
Coppa Titano, tutti i gol del martedì sera - Folgore, Libertas e Cosmos raggiungono La Fiorita ai quarti di finale di Coppa Titano in una serata...
Arrivano i primi verdetti per questa “nuova” Coppa Titano. La Folgore impatta 0-0 contro il Domagnano ma il gol di Sartori nella gara di andata basta per andare avanti. Partita dai nervi tesi e giocata sempre sul filo del rasoio: a farne le spese sono gli uomini di Protti che chiudono addirittura in 8 per l'espulsione di Lago, doppia ammonizione, e quelle per proteste di Tamburini e Rossi, arrivate nel giro di sessanta secondi.

Folgore che ai quarti troverà la Cosmos, unica squadra del martedì sera di Coppa a confermare il risultato dell'andata e qualificarsi con 2 vittorie su 2. Si parte dal 3-2 dell'andata e Grigore illude il Pennarossa a fine primo tempo, cercando di allungare il match quantomeno ai supplementari ma nella ripresa arriva la rimonta dei gialloverdi.
Prima Grossi approfitta di un rivedibile Ugolini per pareggiare i conti, poi Bianchi chiude un contropiede organizzato alla perfezione da Zonzini e la squadra di Serravalle si regala una notte da sogno centrando l'obiettivo.

Il derby di Borgo Maggiore tra Libertas e San Giovanni ha invece bisogno di 30 minuti aggiuntivi, e pure qualcosa in più, per decretare un vincitore. L'1-0 dei rossoneri viene pareggiato dopo 12 secondi dall'inizio della ripresa con Ordonselli.
Semeraro, poi, mette la freccia all'ora di gioco con un diagonale chirurgico ma il San Giovanni non ci sta e Matteucci porta le due squadre all'extra time.
Ai rigori la sfida infinita continua. Calciano tutti i giocatori, portieri compresi. Zavoli, una volta trasformato il suo penalty, si traveste da Superman e respinge il penultimo regalando a Pesaresi l'occasione di portare avanti i suoi. Palla sotto l'incrocio dei pali e Libertas avanti, in attesa di scoprire la prossima avversaria sul cammino dei granata.

Alessandro Ciacci