Logo San Marino RTV

Europei 2019 U21: fondamentale il contributo di San Marino

10 dic 2016
San Marino StadiumEuropei 2019 U21: fondamentale il contributo di San Marino
Europei 2019 U21: fondamentale il contributo di San Marino - Un capolavoro politico quello dei presidente Carlo Tavecchio e Giorgio Crescentini, che hanno battut...
Lo ha sempre ribadito Blatter: “San Marino è la più grande tra le piccole federazioni affiliate a UEFA e FIFA”. Parole più che mai azzeccate quelle dell'ex numero 1 del calcio internazionale. Quasi profetiche se pensiamo al grande risultato ottenuto dalla Federcalcio del Titano. Per la prima volta la fase finale dell'Europeo under 21 si giocherà in Italia e a San Marino. Un capolavoro politico quello dei presidente Carlo Tavecchio e Giorgio Crescentini, che hanno battuto la concorrenza di Ungheria e Scozia. Il Comitato Esecutivo della UEFA ha scelto il tandem Italia/San Marino. Il progetto presentato dalle due Federazione ha convinto i vertici del calcio Europeo.
Fondamentale il contributo del calcio sammarinese del presidente Crescentini che lascia sotto l'albero di Natale un regalo prestigioso a poco più di un mese dalla fine del suo mandato. Conferma della considerazione che la FSGC vanta a livello internazionale. Lo stesso Tavecchio, in una nota, ha espressamente ringraziato la Federazione di San Marino per aver “affrontato insieme questa sfida affascinante”. L'europeo under 21 si giocherà a giugno 2019, determinerà anche le nazionali europee che si qualificheranno alle Olimpiadi del 2020. Le qualificazioni, che coinvolgeranno anche l'under 21 sammarinese, scatteranno a marzo 2017 per concludersi a ottobre 2018. Il sorteggio per la fase a gironi si terrà il 26 gennaio 2017. Per la seconda volta la fase finale sarà a 12 squadre. Nella sede di Nyon, il Comitato Esecutivo ha presto anche altre decisioni importanti, Lione è stata scelta per ospitare la finale di Europa League 2018. Per quanto riguarda la Champions League, per il periodo 2018/2021 è stato approvato il nuovo criterio di accesso, che permetterà all'Italia di avere 4 squadre qualificate. Cambieranno gli orari delle partite, due alle 19 e sei alle 21. Aumentano i contributi per le Coppe Europee e i premi per le squadre nazionali partecipanti all'Europeo femminile. L'attuale direttore delle competizioni UEFA Giorgio Marchetti è diventato Vice Segretario Generale.

Elia Gorini

Nel video Giorgio Crescentini, Presidente FSGC