Logo San Marino RTV

I legni tolgono alla Nazionale la gioia del goal

Slovenia - San Marino 4-0 ma arbitro e pali condizionano una buona prestazione della squadra di Varrella

8 ott 2020
Slovenia - San Marino
Slovenia - San Marino

Il palleggio e la tecnica degli sloveni mettono in soggezione una Nazionale capace di far leva su quelle doti ultimamente un po’ offuscate. Caparbietà, senso tattico, voglia di ribattere colpo su colpo sono caratteristiche che emergono contro una Slovenia formato gigante.

Paradossalmente più il livello si alza più la nazionale sammarinese si esprime su quei concetti che non devono mai mancare. Si supera anche Simone Benedettini decisivo in diverse circostanze . La prima su Tijanic, il portiere sammarinese con un colpo di reni compie una parata strepitosa. Peccato che gli difetta la scelta di tempo quando sul cross dalla sinistra resta nella terra di nessuno e Mitrovic lo punisce . Poi ci si mette l’arbitro austriaco Gishamer. Dante Rossi va dritto sul pallone che cambia nettamente direzione. Tutti, anche gli sloveni, si aspettano l’angolo, il direttore di gara infierisce e fischia un rigore che lascia molti dubbi. Vuckic non sbaglia .

Simone Benedettini si ripete e i suoi ripetuti interventi salvano una Nazionale, rattoppata ma sempre sul pezzo . Nulla può sul tap in di Mitrovic (doppietta per lui) che chiude il primo tempo . La ripresa si apre nello stesso modo, il 4-0 di Rep fa pensare che sarà una grandinata ed invece succede che ad accanirsi sulla Nazionale sammarinese non sono gli sloveni ma la sfortuna.

Hirsch a botta sicura sul susseguente angolo, palla che sbatte sulla traversa accarezza il palo, tocca la linea ed esce. Una carambola incredibile che toglie la gioia di quella che sarebbe stata un goal. Per Varrella la consapevolezza che la Nazionale è viva adesso sotto con il Liechtenstein. A Lubiana, Slovenia batte San Marino 4-0.

Nel servizio intervista al difensore Dante Rossi.


Da Lubiana l’inviato
Lorenzo Giardi