Logo San Marino RTV

La Fiorita, Tommasi: "Per la prima volta favoriti sulla carta"

Su Pellissier: "Sarebbe venuto volentieri ma il nuovo impegno nella dirigenza del Chievo non gli permette distrazioni".

di Riccardo Marchetti
25 giu 2019
Damiano Tommasi
Damiano Tommasi

Due le certezze delle estati calcistiche sammarinesi: La Fiorita nelle coppe e Damiano Tommasi in campo col gialloblu addosso. Per l'ex centrocampista di Roma e Nazionale sarà la quinta campagna europea di fila con la squadra di Montegiardino: un impegno cominciato con l'Europa League 2015 – con tanto di rete – e che sempre in Europa League si rinnova. Classe '74, Tommasi è reduce dalla stagione spesa in Seconda Categoria veneta col Sant'Anna d'Alfaedo, salvatosi ai playout anche grazie a una sua marcatura. “È andata bene perché tutto sommato ho giocato con continuità ovviamente l'avventura con La Fiorita è qualcosa che va oltre lo sportivo – dice Tommasi - perché dopo quel gol di Vaduz mi sono preso l'impegno di vedere dal vivo un altra rete della Fiorita”.

E questa può essere l'occasione giusta, perché in Europa League, con l'introduzione del Turno Preliminare, le sammarinesi hanno dimostrato di poter dire la loro. Ancor di più se contro ci sono gli andorrani dell'Engordany, che presentano una rosa non troppo diversa da quella che, un anno fa contro la Folgore, evitò l'eliminazione solo allo scadere. “Crederci un po' di più ti dà possibilità in più – aggiunge Tommasi – e in questi anni per La Fiorita è cresciuta la voglia di provarci davvero. Credo che i ragazzi abbiano dimostrato di potersela giocare anche gli anni scorsi, a maggior ragione quest'anno che per la prima volta, sulla carta, partiamo favoriti.

Pronostici che sarebbero ancor più favorevoli se fosse riuscito l'ingaggio di Sergio Pellissier, fresco di ritiro dopo 17 stagioni di Chievo, che a livello societario non naviga in acque tranquille. “Sergio si sta avviando a un nuovo ruolo in società – spiega Tommasi – sarebbe venuto volentieri, ma gli impegni professionali in questo momento non gli permettevano grandi distrazioni. Speriamo che il Chievo riesca ad iscriversi e quindi a partire col suo campionato di Serie B e di programmare la stagione”.