Logo San Marino RTV

Libertas: vigilia d'Europa contro un Botev in crisi finanziaria

9 lug 2014
Libertas: vigilia d'Europa contro un Botev in crisi finanziaria.Libertas: vigilia d'Europa contro un Botev in crisi finanziaria
Libertas: vigilia d'Europa contro un Botev in crisi finanziaria - Dimenticare, per giunta in fretta, il 4-0 di Burgas. Da lì ripartire, poi, per correggere quelle sba...
Dimenticare, per giunta in fretta, il 4-0 di Burgas. Da lì ripartire, poi, per correggere quelle sbavature che – visionando la partita d'andata – la Libertas non vuole ripetere.
Non si sbottona sui nomi, Roberto Marcucci, che però annuncia la riconferma del 5-4-1 e – pur senza ammetterlo direttamente – dell'undici titolare uscito tra gli applausi in Bulgaria, con l'innesto di Daniele Rocchi dal primo minuto sulla corsia mancina e – qualora gli ultimi due allenamenti siano confortanti – di Davide Simoncini, sottoposto nel pomeriggio ad ecografia per un infortunio che lo perseguita da due mesi. Il recupero o meno del capitano spingerebbe – questa è la sensazione – Rosti e Benvenuti in panchina, sempre rifacendosi ai partenti di Burgas; la sua assenza - di contro - garantirebbe il posto ad uno dei due.
“Conoscere l'avversario è positivo – ammette Marcucci – rispetto all'andata non sarà un salto nel vuoto. Ci stiamo compattando, questo è molto importante”. Aumentare la soglia d'attenzione è lo step successivo, perché con avversari tecnicamente e fisicamente superiori, sarà importante non regalare nulla.
Anche perché in casa Botev la situazione è incerta a dir poco: il tecnico Luboslav Penev – anche selezionatore della nazionale bulgara – ha lasciato in settimana, dopo un mese di doppio incarico. Nella conferenza stampa ha ringraziato tutti, tirandosi indietro per l'impossibilità – dice – di portare avanti i due impegni contemporaneamente. Da Plovdiv le notizie puntano invece i riflettori sullo scandalo che ha coinvolto il main sponsor della formazione quarta classificata nell'ultimo campionato nazionale: la Corporate Commercial Bank, tra i principali istituti bancari del paese, è stata posta sotto osservazione speciale dalla Banca Centrale bulgara. Una vera e propria crisi finanziaria, con un paio di giocatori – quelli che percepiscono gli ingaggi più sostanziosi – già con le valigie in mano. I conti degli azionisti sono bloccati – ammette il presidente Ivan Dzhidzheu – che con ogni probabilità affiderà la squadra all'ex Slavia Sofia, Velislav Vutsov, nonostante sul sito ufficiale si parli di soluzione interna. Tutt'altro che una buona notizia per la Libertas.
[Nell'intervista Roberto Marcucci, allenatore Libertas]


LP