Logo San Marino RTV

Luxol stellare, il Fiorentino meritava il gol

I maltesi giocano un primo tempo strepitoso, la squadra di Chiaruzzi più volte pericolosa (5-0)

di Roberto Chiesa
29 ago 2019
Luxol Malta - Fiorentino
Luxol Malta - Fiorentino

Il Fiorentino impatta l'Europa dal lato più duro, quello del Luxol, una multinazionale del Futsal che a Malta ha sede e storia, ma che pesca giocatori nel mercato globale. E così il 5-0 ha 4 firme brasiliane ed una slovena. Il primo tempo maltese è uno spot del Futsal. giro e conduzione della palla a ritmo folle, pressing altissimo nei momenti in cui il Fiorentino provava, perché ci ha sempre provato, ad uscire dal guscio. La prima parte è una specie di bombardamento alla porta sempre egregiamente difesa da Protti, ma i ragazzi di Chiaruzzi continuano senza sbandare a fare quello che devono e che possono. Che hanno preparato in un mese e mezzo di avvicinamento. Quindi Busignani non per caso arriva in palla gol. Il vantaggio arriva a metà tempo sulla prima rotazione maltese e a segnare è lo sloveno Bizijak colpo di mercato che i dirigenti di Saint Andrews hanno prelevato dalla Lazio. Una volta sbloccata l'idea sarebbe quella di chiuderla subito, Protti e Franciosi in tandem si salvano e mentre il Fiorentino prova anche a distendersi arriva il raddoppio proprio mentre suona la sirena dell'intervallo che appunto muggisce sul 2-0 del brasiliano Vavà. L'inizio di ripresa porta in serie il 3-0 di Maikon e di lì a poco il 4-0 di Celino Alves, tutto fattura rigorosamente brasiliana, ma quando i ritmi tornano umani, eccolo il Fiorentino.

Con un'idea precisa, un'identità, muoversi di squadra e armare Fabio Belloni molte volte vicino alla meritatissima bandiera. Forse il Luxol gestisce e pensa alle prossime, può essere, ma i ragazzi di Chiaruzzi vanno in verticale che è una bellezza e solleticano spesso il portiere Rakvaag, tra l'altro nazionale norvegese. In mezzo ci sta il quinto di Vavà, doppietta per lui, prima di un finale nel quale Belloni ci prova ancora e poi ancora. Al volo, su punizione, di forza. Il temuto debutto è già cosa di ieri, la campagna europea del Fiorentino è ancora in divenire.