Logo San Marino RTV

Russia 2018: La Repubblica Ceca senza assilli rifila 6 reti a San Marino

27 mar 2017
La Nazionale CecaRussia 2018:  La Repubblica Ceca senza assilli rifila 6 reti a San Marino
Russia 2018: La Repubblica Ceca senza assilli rifila 6 reti a San Marino - Per la squadra di Manzaroli più ombre che luci
Soliti titoli, solito tema. Altro crollo di una Nazionale oggettivamente in grande confusione. La Repubblica Ceca più debole degli ultimi anni rifila 5 goal in 45 minuti e colpisce 2 pali, poi toglie il piede dal gas e nella ripresa trotterella e attende solo il fischio finale. Cruda realtà di qualcosa che non si muove nonostante il grande lavoro, e questo è innegabile, di un C.T che evidentemente non raccoglie quel che semina. La cronaca spicciola dice che per 15 minuti c'è stata in campo una Nazionale più che dignitosa e anche propositiva, poi alla prima vera accelerazione, liquefazione totale. Barak, Darida, ancora Barak, Salassie, Krmencick, e due pali, tutto questo in soli 25 minuti da incubo per Aldo Simoncini e compagni. Nella ripresa poi la frustrazione di Davide Simoncini ha procurato un rigore senza il quale, probabilmente, i Cechi non avrebbero più infierito. Restare sul pezzo è un obbligo, ma rispetto al recente passato c'è una Governance che avrà preso appunti sulle tre prestazioni in successione Andorra – Moldova – Repubblica Ceca che hanno portato 10 goal subiti e 0 realizzati. Il primo a non essere soddisfatto, stando alle dichiarazioni è proprio Manzaroli, le cui scelte tecniche fanno discutere. L'ultimo dei problemi di questa Nazionale è tra i pali. La porta del Titano è coperta adeguatamente e ieri Aldo Simoncini ha poco o nulla sulla sua coscienza, ma le categorie di differenza qualcosa significano a San Marino oppure no? La sistematica rinuncia ad uno dei pilastri della difesa come Alessandro Della Valle da cosa deriva? E ancora, le indicazioni delle amichevoli qualcosa dovranno suggerire: Cristian Brolli era stato uno dei migliori in campo con la Moldova. Nel reparto offensivo la situazione è drammatica ed è un vero peccato con due ottimi esterni alti come Vitaioli e soprattutto Tommaso Zafferani, ieri, migliore per distacco. Siamo San Marino e nessuno improvvisamente pensa di essere diventato la Germania, ma se è sempre molto complicato fare passi avanti, sarebbe opportuno se non altro non farli indietro, e questo mese qualche gambero dalle nostre parti si è visto

L.G