Logo San Marino RTV

San Marino ne fa tre al Liechtenstein nell'amichevole di Acquaviva

10 ago 2019
@Fsgc/pruccoli
@Fsgc/pruccoli

È una squadra in salute la Nazionale U17 di San Marino, che impressiona per approccio e mentalità messi in campo ad Acquaviva nella prima di due amichevoli consecutive contro i pari età del Liechtenstein.

I gol arrivano nel secondo tempo, concretizzando la supremazia di gioco sammarinese. A sbloccare meritatamente il risultato in favore di San Marino è Tommaso Gatti, che raccoglie una corta respinta del portiere ospite sulla bordata centrale di Cola per depositare il pallone in fondo al sacco. È la serata del centravanti sammarinese, che cinque minuti più tardi raccoglie un pallone vagante sui trenta metri e disegna una traiettoria perfetta che taglia fuori imparabilmente Oehri e vale il raddoppio biancoazzurro: gol di rara bellezza che il sedicenne sammarinese difficilmente dimenticherà presto.

San Marino dà continuità alla sua straordinaria prestazione calando anche il tris al termine di un’azione perfetta: il giro palla parte da dietro con lo scambio tra Lazzari e Giambalvo che apre sulla corsia di destra da Severi. Preciso il pallone a scavalcare Ajvazi per premiare il contro movimento di Filippo Pasolini che - entrato in area - recapita rasoterra sul secondo palo, dove Cola attacca coi tempi giusti la porta e deve solo appoggiare in rete il gol del 3-0.

Nell’ultima porzione di gara San Marino congela il possesso palla e benché i ritmi siano sensibilmente più bassi, il Liechtenstein non riesce a portare serie minacce alla porta di Amici e Battistini - che subentra nel quarto d’ora finale -. Da segnalare la giocata individuale di Nicolò Sancisi, che sfonda sul lato corto dell’area di rigore dribblando in bello stile un paio di avversari prima di essere chiuso in angolo. 

Per il Liechtenstein il rammarico di non aver trovato il gol della bandiera, nemmeno sulla leggerezza di Vittori che porta Rizzuti al tu per tu con Battistini, impeccabile nell’uscita sui piedi del rapido attaccante alpino che ha un comprensibile gesto di stizza per l’occasione incredibilmente sciupata.