Logo San Marino RTV

U21, San Marino - Spagna 0-3: i Titani chiudono il biennio con onore

6 ott 2016
San Marino - Spagna 0-3U21, San Marino - Spagna 0-3: i Titani chiudono il biennio con onore
U21, San Marino - Spagna 0-3: i Titani chiudono il biennio con onore - Gli spagnoli sono tutti corsa e tecnica ma i ragazzi di Papini serrano le fila e riescono a contente...
Il rischio di chiudere il biennio subendo una goleada era concreto, invece l'Under 21 di Papini serra le fila, si chiude in una difesa attenta e arcigna e concede solo un 3-0 all'agguerrita Spagna: di più, oggettivamente, non si poteva chiedere. Perché un mese fa, a Castellon de la Plana, era finita 6-0. Perché in difesa le assenze, su tutte quella di Proli, costringono Papini a gettare nella mischia Carlini e Righi. Che nel biennio erano rispettivamente all'esordio e alla prima da titolare, ma che una volta rotto il ghiaccio se la sono cavata alla grande. Infine, perché la Spagna non è ancora certa della qualificazione e aveva bisogno di uscire dallo Stadium con 3 punti e tanti gol.

Così il terzino sinistro Gayà di fatto fa l'esterno alto e, insieme a capitan Deulofeu dall'altra parte, mette subito alle corde la difesa sammarinese. Ed è proprio su uno dei cross di Gayà che al 16° Munir ruba il tempo a Rossi e di testa insacca l'1-0. Il centravanti del Valencia si fa poi perdonare sciupando due occasioni clamorose: prima ciccando di testa a un niente dalla porta spalancata dopo una carambola in area, poi, sempre a un passo da Benedettini, non controllando un assist d'oro di Asensio. Nel frattempo la difesa si assesta: Biordi, Carlini e Righi chiudono i buchi e spazzano, il centrocampo e Bernardi raddoppiano appena possono e la Spagna non passa più. Le occasioni le ha, come quando l'incontenibile Deulofeu chiama Asensio alla spaccata in area di poco alta, ma non passa.

Secondo tempo, stesso copione: la Spagna spinge ma non segna, cominciando a innervosirsi per il vantaggio risicato. Ci mette del suo anche Benedettini che riscatta un'uscita a vuoto su Bellerin murando la botta di controbalzo dello stesso terzino dell'Arsenal. L'1-0 regge fino al 68°, poi ancora Gayà mette dentro per Suarez che sovrasta Rossi e gonfia la rete di testa. La respinta di Benedettini sul tiro da fuori di Merino rimanda il tris al 79°: Deulofeu va via a destra e scodella dall'altra parte per Mayoral, sponda di testa per il rimorchio dello smarcatissimo Meré che apre il piattone e tanti saluti. Ma nemmeno i due gol ravvicinati bastano per far crollare i Titani, che reggono fino alla fine e chiudono un buon biennio con una prestazione di cui andare fieri.

RM