Logo San Marino RTV

Futsal: primo colpo esterno per gli Under 19

5 dic 2018
È stata un’altra domenica trionfale per la formazione Under 19 della San Marino Academy, che dopo il successo del turno precedente con il Futsal Bellaria ne ha centrato un altro – il terzo in stagione – in casa del Futsal Romagna, formazione che in classifica precedeva i ragazzi di Levani di sei lunghezze. Partita tiratissima, che i biancoazzurri sbloccano con Nicola Beinat salvo poi subire il pareggio locale a firma di Golinucci. L’ultima parola spetta però ai ragazzi di Levani, che con Simone Baldelli centrano tre punti utili per scavalcare in classifica l’Associazione Club calcio a 5 e per mettersi alle calcagna proprio del Futsal Romagna, ora avanti di tre ma con una partita in più rispetto ai giovani Titani che torneranno in campo domenica prossima al Multieventi contro il Ceisa Gatteo (ore 10:00).

Non c’è stata partita, invece, fra le ragazze della Prima Squadra e il Vallinbici, che ha archiviato un successo per 6-0 senza faticare. Sabato prossimo le Titane cercheranno il pronto riscatto fra le mura amiche di Falciano, dove alle 16:00 riceveranno la Polisportiva 1980, un’avversaria che peraltro hanno già affrontato quest’anno nel cammino di Coppa Italia.

Parlando di Campionato Sammarinese, nemmeno la Juvenes-Dogana delle sette vittorie di fila in stagione – striscia, a dire il vero, interrotta ormai tra giornate fa – ha potuto arginare la marcia devastante del Fiorentino, che contro Cecchetti e compagni lunedì ha infilato la decima vittoria su dieci gare.

È Elia Pasqualini ad inaugurare lo score del primo match di Dogana trovando la via del gol poco oltre il quarto d’ora; Fabio Belloni si incarica del 2-0, che è anche il risultato con il quale le due squadre vanno al cambio di campo. Il sigillo finale è invece di Davide Tura, alla seconda esultanza in stagione.

Se il Fiorentino fila, la Folgore non rallenta. I ragazzi di Traviglia restano nella scia della battistrada del Gruppo A centrando – nella delicata sfida con il Murata – quella che è la loro nona vittoria in stagione, superando a pieni voti l’esame di maturità rappresentato dalle sfide consecutive a Juvenes-Dogana e Murata. Alberto Zanchi apre e chiude una cinquina cui partecipano anche Massimiliano Bernardi – sempre al comando della classifica dei bomber con 19 gol - e Nicola Giorgini, autore di una doppietta. Quanto ai bianconeri di Galli, Alex Mattioli aveva provato a riaprire immediatamente la gara dopo l’1-2 di inizio ripresa firmato da Zanchi e Bernardi, imitato da Manuel Bianchi dopo il 3-1 di Giorgini. Murata che registra così la seconda sconfitta di fila ma non vede mutare il rapporto gerarchico nel raggruppamento di pertinenza, visto che anche il Tre Fiori – nel posticipo di ieri sera – è incappato in un passo falso contro il Pennarossa. Incontro questo che corre sul filo di un sottile equilibrio, contestato a cinque minuti dal termine da Andrea Giovannini – match winner della sfida che mantiene i biancorossi alla targa del Tre Penne, attualmente terza forza del Girone A –.

Perde ulteriore contatto dalla zona play-off del proprio gruppo il Domagnano, unica formazione del Girone A senza successo in questa undicesima di campionato: il pareggio con la Virtus risulta utile solo alla causa dei neroverdi, che limano un punticino rispetto al Murata – terzo classificato nel Girone B e distante oggi 4 punti. I neroverdi di Ghiotti fanno propria la prima frazione, chiusa con un 3-0 scritto da Matteo Morganti, Tiziano Selva e Jacopo Giardi e condizionato – in particolare per ciò che riguarda la terza rete – anche dall’espulsione del portiere giallorosso Stefanelli. Ma nella ripresa la reazione della squadra di Mussoni produce un tris di reti raccolto nello spazio di pochi minuti, quelli finali. La rimonta viene inaugurata da Marco Cupi – a segno dopo la seconda espulsione di serata, quella di Tamagnini – e perfezionata da Manuel Bollini e Giovanni Marcucci, autore del definitivo 3-3.

Tuttavia al Domagnano serviva una vittoria per tenere il passo del Tre Penne, che in precedenza aveva superato abbondantemente la Libertas, pur caparbia specialmente nel primo tempo. Sono proprio i granata, in effetti, a sbloccare la gara con Lorenzo Bacciocchi; il Tre Penne impiega una decina di minuti per replicare col solito Lorenzo Boschi, poi opera anche il sorpasso con Matteo Valli. Ma la Libertas non molla e dopo il 3-1 di Sergio Carlucci ritorna a farsi sotto ancora una volta con Lorenzo Bacciocchi. Lorenzo Boschi trova a sua volta la seconda marcatura personale, riportando gli avversari a distanza di sicurezza. Dopo l’intervallo Manuel Francesconi, altre due volte Lorenzo Boschi (che sale a 16 centri totali in campionato) e una il fratello Michele gonfiano il risultato fino all’8-2 finale, che in casa biancoazzurra si traduce nella terza vittoria di fila.

A Fiorentino La Fiorita centra la terza vittoria in stagione, la seconda consecutiva. A farne le spese il Cosmos, che sblocca la gara con il proprio portiere Maikol Colonna ma non può opporsi al prepotente ritorno dei gialloblù, che chiudono con un netto 7-1. Andrea Righi rimette in equilibrio la situazione poco prima del cambio di campo, poi è Giacomo Bernardi ad operare il sorpasso e a scrivere il 3-1, mettendo insieme qualcosa come sette centri personali nelle ultime due gare. Le restanti quattro reti giungono per mano di Giacomo Scarponi, Mattia Mazza, Omar Elattar e Simone Cenni.

Il San Giovanni invece supera il Faetano nel confronto che metteva di fronte i fanalini dei due raggruppamenti. Partita spigolosa, condita da tre espulsioni e che i rossoneri aprono e chiudono nel primo tempo, quando prima Davide Podeschi e poi Armando Schiano costruiscono quello che sarà anche il risultato finale, ossia il 2-0. Nella ripresa, da segnalare soltanto i tre cartellini rossi comminati in rapidissima sequenza al rossonero Alex Grossi e ai gialloblù Stefano Maddalena e Michele Moroni. Al triplice fischio, il San Giovanni festeggia il suo secondo successo stagionale.

Questo il quadro completo dell’11. giornata di campionato: