Logo San Marino RTV

Alex Zanotti parte per il Portogallo con un unico obiettivo: salire sul podio del mondiale Fim Bajas

8 set 2016
Alex Zanotti
Alex Zanotti
La Coppa del Mondo FIM Bajas sta per giungere al termine. Si correrà in questo week end infatti la finalissima, in Portogallo. Anche quest'anno la quarta ed
ultima prova della sfida internazionale che coinvolge moto e quad si correrà a Idanhaa-Nova, nella provincia di Castelo Branco poco lontano dal confine con la Spagna, nella zona centrale del Portogallo.
La gara a differenza di quelle che l'hanno preceduta si correrà nelle giornate di venerdì e sabato con una super speciale nel primo pomeriggio di venerdì, una speciale un po' più lunga nel tardo pomeriggio e poi la speciale più lunga, di ben 250 chilometri nella mattinata del sabato. Un impegno notevole per i piloti che sono iscritti alla prova portoghese e che combattono per la conquista del titolo mondiale. Fra loro anche Alex Zanotti che ha partecipato a tutta la stagione iridata e che ora in Portogallo cerca un risultato che gli permetta di calcare nuovamente il podio FIM Bajas. “L'ultima volta che sono stato a Idanha a Nova – ricorda il pilota di San Marino – due anni fa, ho vinto la gara e questo mi fa essere molto ottimista per il risultato. Devo assolutamente arrivare terzo in questa Coppa del Mondo e ce la metterò tutta per farlo”. Zanotti ha un motivo in più questa volta per cercare il buon risultato, in sella alla sua Husqvarna 450 con i colori del team SMR Motorcycle: vuole dedicare il suo risultato, sabato, ad un amico che non c'è più. “Enzo Mularoni, il titolare della Ceramiche Del Conca, è mancato pochissimi giorni fa, il ricordo doloroso è ancora ben presente nel mio cuore.
Era malato ma non lo aveva detto a nessuno e se n'è andato quasi senza che gli altri se ne accorgessero. Enzo non era solo un mio sponsor, ma un amico, che aveva creduto in me sin dall'inizio ed era sempre stato al mio fianco, in ogni momento della mia carriera. Ho un buon motivo in più stavolta per voler salire sul podio in Portogallo, e poi per salire su quello della classifica mondiale”.
Zanotti ha messo a punto la sua Husqvarna risolvendo anche quel problema elettrico che lo aveva rallentato in Ungheria: “La moto è a posto, non vedo l'ora di correre”. E detto questo, il sanmarinese si è imbarcato all'aeroporto di Bergamo, diretto in Portogallo, dove già domani mattina dalle 8 affronterà le verifiche amministrative e tecniche. Domani pomeriggio poi alle 14, moto e quad lasceranno il paddock per recarsi al prologo, una super speciale di quasi 7 chilometri. Da lì dopo una breve assistenza i concorrenti ripartiranno per la speciale che da Zebreira li riporterà poi al paddock di Idanha a Nova, lunga 78 km. La mattina dopo alle 9,10 lasceranno di nuovo il paddock diretti all'ultima speciale, da ben 250 chilometri, che racchiude al suo interno ben tre zone refueling per poter rifornire i mezzi: la prima moto entrerà alle 9,30 nel settore selettivo e ne uscirà alle 12,30 circa per rientrare poi in paddock al termine della competizione.
Alex Zanotti occupa in questo momento il quarto posto nella classifica Mondiale,
staccato di due punti dal francese Brice Barbier, terzo. E' lui l'uomo nel mirino del
sanmarinese per questo week end.