Logo San Marino RTV

Dakar, 2ª tappa: successi per De Villiers e Branch

di Alessandro Ciacci
6 gen 2020
Giniel de Villiers (@oasport)
Giniel de Villiers (@oasport)

Giniel de Villiers ha vinto la seconda tappa della Dakar, 393km da Al Wajh a Neom. Il sudafricano, al volante della Toyota Hilux, è stato costante ed ha approfittato dell'errore di Yazeed Al-Rahji che fino al km 294 era avanti di 6 minuti. Sicuramente peggio è andata al compagno di squadra di De Villiers, Fernando Alonso. Il due volte iridato in F1 ha toccato con mano le difficoltà di un rally massacrante come la Dakar ed è stato costretto a fermarsi per oltre due ore e mezzo per un danno alla sospensione della ruota anteriore destra della sua Toyota. Dopo aver urtato una grossa pietra nascosta nella sabbia, Alonso e Coma hanno dovuto aspettare il camion di assistenza, perdendo tempo prezioso. Attardato, poi, anche Stephane Peterhansel su Mini già in ritardo di 13 minuti dopo 2 tappe. E così davanti a tutti, per il momento, c'è Orlando Terranova, sempre su Mini. L'argentino ha preso il controllo della generale ed ora ha 5 minuti di vantaggio su Sainz e 6 su Al-Attiyah.

Tra le moto continua il dominio KTM: Ross Branch si è aggiudicato la tappa, Sam Sunderland la vetta della classifica. È stato un assolo per il pilota del Botswana, in testa già dal km 214. Problemi per Toby Price, vincitore del prologo, e penalizzato dal ruolo di apripista così come Ricky Brabec, partito subito dopo. Alla fine i due hanno perso rispettivamente 12 e 9 minuti da Branch e sono stati scavalcati sul podio dove, come detto, ora c'è Sunderland davanti al cileno Quintanilla su Husqvarna. Carovana della Dakar che ora rimarrà a Neom per la terza tappa con 427km di speciale.