Logo San Marino RTV

Gara2, a Spa il graffio del campione in carica Renè Rast

Muller secondo. Ancora profondo rosso BMW

di Valerio Sforna
2 ago 2020

René Rast è vivo e vegeto e nella domenica di Spa, il campione in carica del DTM, lascia in suo graffio.

In mattinata la pole position, quando ha percorso i 7 chilometri del circuito delle Ardenne in 2 minuti e 4 secondi, poi, in gara 2, il suo primo successo stagionale battendo per un soffio Muller dopo una grande lotta.

Partito benissimo dalla prima posizione con la sua Audi RS5, il pilota del Team Rosberg se l'è dovuta vedere per tutti i 55 minuti di gara con i rivali del team Abt: Nico Muller, vittorioso ieri in gara 1, e l'olandese Robin Frijns. Soprattutto lo svizzero ha dato prova di trovarsi a suo agio sulle curve e le discese di Spa e dopo aver passato il compagno di squadra ha scavalcato anche Rast al quarto giro prendendogli la scia sul rettilineo del “Kemmel”.

Al primo giro subito un testacoda sulle retrovie per Aberdein, la cui BMW è stata tamponata dall'Audi di Newey.

Dal centro del gruppo, intanto, ottima la risalita di Jamie Green, che come ieri dalla decima posizione ha chiuso quarto.

Il trio di testa ha continuato a fare gara a parte fino alla girandola dei pit-stop, con Rast che ha effettuato il cambio gomme al 13esimo giro, cioè uno prima di Muller. Lo svizzero è comunque uscito dai box davanti a Rast. Ma il tedesco non si è arreso e pian piano ha ricucito lo strappo che lo divideva da Muller, fino a raggiungerlo al 21esimo passaggio restituendogli pan per focaccia sul Kemmel.

Poi testa a testa fino alla linea d'arrivo dove Rast ha preceduto il rivale per meno di mezzo secondo. Terzo Frijns.

Come ieri le BMW non hanno avuto il passo delle Audi e per trovarne una bisogna scorrere fino al sesto posto di Van Der Linde.

Ancora 14esimo e ancora a bocca asciutta il polacco Robert Kubica che nelle due gare di Spa ha ricevuto il peggior benvenuto possibile nel DTM. Muller con 43 punti guida la classifica davanti ai 35 di Rast e ai 30 di Green.

Prossimo appuntamento in Germania, il 14 e il 16 agosto, al Lausitzring sprint