Logo San Marino RTV

MXGP, nel Lombardia succede di tutto: Jasikonis in coma indotto, Gajser in vetta

Il lituano è ricoverato a Cremona per un trauma cranico. Pardo penalizzato, vince Seewer. Cairoli male in gara2 e scalzato dallo sloveno.

29 set 2020
MXGP, nel Lombardia succede di tutto: Jasikonis in coma indotto, Gajser in vetta

Dopo il trittico di Faenza la MXGP resta in Italia per le tre prove di Mantova e anche qui la tensione non manca. Se in Romagna Herlings aveva rischiato la paralisi, in Lombardia c'è Jasikonis in coma indotto all'ospedale di Cremona, dove è stato portato dopo il trauma cranico rimediato in una caduta in gara. Situazione stabile ma molto grave quella del lituano, come fanno sapere dall'Husqvarna. Tragica e piena di ribaltoni la prima mantovana, in tutto e per tutto. Gajser vince Gara2 e, nonostante il misero 8° della prima manche, è il nuovo leader del mondiale a +5 da Cairoli. 3° in Gara1 ma detronizzato dal 15° della seconda prova, frutto di una brutta partenza e di una caduta che gli costa frattura al naso e rientro ai box per medicazioni e cambio mascherina. Dopo il siciliano, a -16 dalla vetta, c'è Seewer, vincitore di tappa in virtù di un primo e un terzo posto, anche qui però c'è la postilla. A esultare sul podio infatti c'era andato Jorge Prado, che col bis di secondi si era regalato la sua prima vittoria in classe regina. Poi, nel post gara, il ribaltone: lo spagnolo infatti è stato penalizzato di due posizioni nella seconda manche, reo di non aver rispettato le bandiere gialle in occasione del già citato incidente di Jasikonis. Dunque doppio podio e vittoria del GP per Seewer, ora più che mai da considerare tra i pretendenti per il titolo iridato.