Logo San Marino RTV

Parte il 47' Rally di San Marino tra conferme e novità

La prova, valevole per il CIRT, vedrà 10 prove speciali in programma e tutti i big presenti. Oltre al leader Terra Consoni anche Scandola, Andreucci ed il sammarinese Daniele Ceccoli.

di Alessandro Ciacci
11 lug 2019
Domani parte il Rally di San Marino
Domani parte il Rally di San Marino

Si riaccendono i motori tra il Monte Titano e le colline marchigiane, sta per partire il 47' Rally di San Marino. Quest'anno la competizione è valevole solo per il CIRT, ovvero il Campionato Italiano Rally Terra, arrivato al terzo round e quindi al giro di boa. Una due giorni che partirà venerdì con lo shakedown di Piandavello e la consueta passerella serale a Riccione, in viale Ceccarini, per la presentazione degli equipaggi. Poi sabato si farà sul serio. In programma tre prove speciali da ripetere tre volte, a cui si aggiunge la tradizionale “San Marino” su asfalto che comprende anche le altre competizioni come il Rally del Titano e il San Marino Rally Show. Confermate, rispetto allo scorso anno, le prove di Sestino e Lunano, alle quali si aggiunge quella di Macerata Feltria.

10 speciali, 462km e un rally vero e proprio spartiacque per il titolo del Terra. E infatti i big hanno risposto al gran completo, a partire da Stephane Consani. Il francese, su Skoda Fabia, è il leader del campionato dopo due vittorie consecutive e a San Marino cercherà di dare la zampata decisiva. Non saranno dello stesso avviso gli inseguitori Nicolò Marchioro e Umberto Scandola, attualmente numeri 2 e 3 dell'assoluta. Occhio poi, sul Titano, ad altri due pezzi da 90. Uno di questi è Paolo Andreucci che detiene il primato nell'albo d'oro del Rally di San Marino ed è in cerca di riscatto dopo il ritiro dell'ultimo anno. L'altro, invece, è il più atteso anche perchè padrone di casa: Daniele Ceccoli, vincitore nel 2018 dopo ben 22 anni dall'ultima affermazione di un sammarinese. Il pilota della Skoda sarà sicuramente desideroso di concedere il bis in un'altra edizione che si preannuncia scoppiettante.

Ultima novità è il debutto dei Side by Side con 5 giovani equipaggi, già protagonisti nelle gare di Cross Country, a bordo di Yamaha e pronti a contendersi la vittoria finale.