Logo San Marino RTV

Presentato il GP di San Marino e della Riviera di RImini

Il weekend sarà aperto da vari eventi, tra i quali la MotoGP Parade del 12 settembre in programma a San Marino

31 ago 2019
Presentato il GP di San Marino e della Riviera di RImini
Presentato il GP di San Marino e della Riviera di RImini

La MotoGP transiterà a Misano il weekend del 15 settembre, il velo sul Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini però è scivolato via ieri sera. La Riders Land romagnola unita con l'obiettivo di valorizzare l'evento e di conseguenza il territorio. Si punta sul colore e sui colori, quelli sgargianti delle vie di fuga del “Marco Simoncelli” - con vernici del Colorificio Sammarinese – e dell'ormai classico poster, dedicato, per questa edizione, ai 40 anni di Valentino Rossi. C'è l'azzurro a simboleggiare San Marino, ieri rappresentato dai Segretari di Stato a Sport e Turismo Marco Podeschi e Augusto Michelotti. Presenti anche alcuni dei protagonisti della pista e dei box: Michele Pirro – pilota Ducati – Davide Tardozzi – team manager della Rossa di Borgo Panigale – e poi Fausto Gresini e Paolo Simoncelli, a loro volta titolari delle tre squadre Gresini e della Sic58.

Il GP inteso come evento inizierà molto prima del weekend, viste le varie iniziative in programma su tutto il territorio. A San Marino l'appuntamento è per giovedì 12 settembre alla 12 con la MotoGP Parade, una sfilata di moto e piloti di tutte le classi per le contrade del centro storico con partenza da Piazzale Lo Stradone. Ci saranno Riccardo Rossi e Antonelli per la Moto3, Marini, Bulega e Di Giannantonio per la Moto2 e Iannone per la MotoGP. E poi anche Canepa e Alex De Angelis per la MotoE, che nell'ambito del GP di San Marino prevede una doppia tappa.

Ma a Misano è stata anche una due giorni di pista coi test della MotoGP. In evidenza la Yamaha e soprattutto Quartararo, il migliore in entrambi i giorni. Ieri il francese ha chiuso davanti a Petrucci, a seguire Morbidelli, Rossi, Vinales e Bagnaia. 8° Marquez e 13° Dovizioso, che sta pian piano smaltendo i postumi del volo di Silverstone. Chi invece è ancora lontano dal recupero è Lorenzo, in pista solo giovedì e rimasto a riposo nei test di ieri.