Logo San Marino RTV

Rally San Marino: Consani fa tris davanti a Ceccoli e Andreucci

Il francese della Skoda ottiene la terza vittoria consecutiva nel CIRT e batte di 12 secondi l'idolo di casa Ceccoli. Terzo Andreucci, ritiri decisivi per Costenaro e Scandola.

di Alessandro Ciacci
14 lug 2019
Rally San Marino 2019Rally San Marino: Consani fa tris davanti a Ceccoli e Andreucci
Rally San Marino: Consani fa tris davanti a Ceccoli e Andreucci

Il Rally di San Marino parla francese e prende la via di Aix en Provence. Stehpane Consani e Thibault de la Haye vincono la 47a edizione della kermesse biancazzurra e realizzano la tripletta nel Campionato Italiano Rally Terra. Consani era all'esordio tra le strade marchigiane e della Repubblica ma anche pilota esperto e capace di spingere fin dalle prime speciali. Un tre su tre nel CIRT che porta il transalpino della Skoda ad ipotecare il successo finale. La differenza, rispetto all'Adriatico e al Sardegna, è che qui c'è stata gara praticamente fino alla fine.

Una lotta a 3 che si è trasformata a 2 dopo la settima speciale per lo sfortunato ritiro di Giacomo Costenaro. Il vicentino, dopo aver dominato nei primi due loop di Macerata Feltria, Sestino e Lunano, è stato costretto a dare forfait per un problema alla pompa della benzina. E così l'unico a tenere testa a Consani è stato il pilota di casa Daniele Ceccoli, già vincitore lo scorso anno. Il sammarinese è sempre stato nell'ordine dei 10 secondi di ritardo dal francese, salvo riuscire a recuperare qualcosa nell'ultimo giro di prove. Bravo, però, Consani a non commettere mai errori, soprattutto nell'ultima speciale asfaltata del Titano, e a chiudere davanti a Ceccoli di 12''.

Dominio Skoda a San Marino con l'R5 boema che compare nei primi due posti ed anche al quarto con Nicolò Marchioro che mantiene la seconda piazza in campionato ma si distacca ancora di più da Consani. L'unica eccezione, poi, è al terzo posto dove c'è la Peugeot 208 guidata dal garfagnino Paolo Andreucci. La leggenda del rally tricolore, undici volte campione italiano termina a 50'' dal leader e non riesce a centrare la sesta meraviglia a San Marino anche per un problema di assetto. Weekend no e completamente da dimenticare, invece, per Umberto Scandola. Il veronese, tra i più quotati alla vigilia, ha avuto noie alla turbina della sua Hyundai sin dallo start fino ad arrivare all'inevitabile ritiro alla settima prova speciale.

Non solo CIRT. Il Rally di San Marino è stato anche teatro del Rally Titano, dominato da Simone Romagna su Lancia Delta, e del San Marino Rally Show, conquistato dal biancazzurro Jader Vagnini.