Logo San Marino RTV

Rossi trionfa al GP di Catalunya

5 giu 2016
Valentino Rossi
Valentino Rossi
Prima dell'inizio delle gare, il Motomondiale ha voluto dare l'ultimo saluto a Luis Salom. La famiglia, insieme agli amici e al team di Moto2, hanno esposto la moto numero 39 insieme alla scritta "Always in our hearts". Tutti i piloti e i tifosi hanno osservato un minuto di silenzio per onorare la memoria del giovane spagnolo, che aveva solo 24 anni. The Show Must Go On, e lo Show è tutto il suo : Valentino Rossi. Rimonta dalla settima posizione, vince il duello con Marquez poi gli va anche a stringere la mano in segno di distensione dopo le recenti infinite polemiche. Il dottore beffato, lo scorso anno dagli spagnoli, presenta il conto. Due circuiti iberici espugnati nel giro di poco più di un mese. E le polemiche non mancano neanche al Montmelò ma questa volta il campione di Tavullia ne resta fuori. Andrea Iannone stende Jorge Lorenzo centrato in pieno alla staccata della curva numero 10, a 9 giri dal termine, in una lotta per il 5° posto. La manovra dell'abruzzese non consente al Campione del Mondo in carica di mettere alcun punto in tasca per il secondo Gran Premio consecutivo. Legittima la sfuriata furibonda a caldo del maiorchino. Per Iannone è la quarta caduta stagionale su sette gare. Il resto lo fanno Rossi e Marquez. A cinque giri dal termine Marc ci prova attaccando il pesarese che resiste poi lascia senza respiro milioni di italiani, con il tremendo allungo finale che gli vale la leadership sotto la bandiera a scacchi. 103 punti per Rossi, ormai ufficialmente in scia ai due spagnoli in classifica generale, alla ricerca della decima, alle sue spalle Marc Marquez poi un redivivo Dani Pedrosa. In Moto 2 Trionfo con commozione a Montmeló per il campione in carica Johann Zarco, che vince con margine su Alex Rins, a podio sul tracciato di casa. Terzo è Nakagami, mentre non va benissimo agli italiani: i migliori sono Morbidelli e Pasini, rispettivamente undicesimo e dodicesimo al traguardo. In Moto 3 Jorge Navarro davanti a Binder e Bastianini. Quarto Fenati seguito dal compagno di team Bulega.