Logo San Marino RTV

Sebastien Loeb è il solito "Cannibale" al Rally di Alba

di Alessandro Ciacci
28 lug 2019
SRV_RALLY_DI_ALBA_280719
SRV_RALLY_DI_ALBA_280719

Il “Cannibale” è tornato e ha divorato tutti sulle strade piemontesi. Sebastien Loeb, affiancato da Daniel Elena, si aggiudica il Rally di Alba, penultima prova del Campionato Italiano WRC. Il francese ha vinto tutte le prove speciali in programma a bordo della sua Hyundai i20 WRC Plus ufficiale, per la prima volta protagonista sull'asfalto italiano. Un ottimo test per il 9 volte campione del mondo poco prima del Rally di Germania, in programma a fine agosto.

Non c'è stata storia ad Alba, sia per la netta superiorità della Plus coreana sia per l'enorme talento di Loeb che quest'anno è tornato nel Mondiale Rally con un contratto “part-time” da 6 gare. Al secondo posto un altro pilota transalpino, Stephane Sarrazin, sempre su Hyundai i20 ma di classe R5. Ottima prova anche per il 43enne di Alès, specializzato nelle corse endurance e con al suo attivo anche un Gran Premio di Formula 1 nel 1999 con la Minardi.

Alle spalle dei due francesi è stata gara vera per l'Italiano WRC tra Luca Pedersoli e Simone Miele anche perchè Marco Signor su Ford Fiesta è stato costretto al ritiro dopo una prima fase di gara che lo aveva allontanato troppo dalla vetta del rally. E così il secondo posto se lo è preso Pedersoli, terzo assoluto in questo Rally di Alba e primo tricolore WRC. Il bresciano si è dimostrato il più costante e ha battuto di pochissimi secondi Miele, riuscendo anche a rosicchiare 3 punti al leader ad una prova dalla fine del campionato.

Miele, quindi, dovrà gestire il cospicuo vantaggio al Rally di San Martino di Castrozza il prossimo 13 e 14 settembre, per aggiudicarsi il titolo.