Logo San Marino RTV

Vettel: il nuovo Kaiser della Formula 1

27 ott 2013
Vettel: il nuovo Kaiser della Formula 1
Vettel: il nuovo Kaiser della Formula 1
Si era affacciato alla finestra della Formula 1 nel 2006 quale più giovane collaudatore di una monoposto: era la BMW-Sauber di Kubica. Allora nessuno pensava che quel ragazzino di Heppenheim, appena 19enne, sarebbe diventato un fenomeno. L'anno successivo la Toro Rosso ne intravede il talento cristallino e decide di affidargli la macchina di Scott Speed. L'approdo in Red Bull arriva nel 2009, a seguito del ritiro dalle competizioni di David Coulthard, nel 2008. Il binomio da record è quindi servito. Ma il primo successo è targato Toro Rosso, e arriva nel GP d'Italia del 2008: pole e dominio in un inferno d'acqua che fanno di Sebastian Vettel il più giovane pilota di sempre a conquistare il gradino più alto del podio. Il primo anno in Red Bull è già quasi iridato: il titolo finisce a Button, lui ad Abu Dhabi si assicura il secondo posto mondiale.
Dal 2010 il mondo della Formula 1 scopre un nuovo egemone: le monoposto Red Bull, pur destando preoccupazioni per affidabilità, sono nettamente le più competitive. Vettel si aggiudica cinque Gran Premi, risultando vincitore della lotta a quattro per il titolo con Alonso, Webber ed Hamilton. L'anno successivo le vittorie lievitano alla quota pazzesca di undici: quasi sempre a podio, il risultato peggiore è il quarto posto in Germania, oltre al ritiro – già iridato – ad Abu Dhabi. Quindici il nuovo primato di pole position stagionali: un mostro. Anche il nuovo record di punti stagionale porta la sua firma: 392 è il nuovo numero da battere. Oggi basterebbero per stare davanti alla Mercedes in classifica costruttori.
Il titolo 2012 è stato certamente quello più sudato, conquistato ad Interlagos con appena tre punti di distacco su Alonso – che non poteva certo contare su una Red Bull. Solo cinque vittorie, in quello che poteva essere l'anno della Rossa.
Arriviamo così ai giorni nostri: il cannibale di Heppenheim cala il poker mondiale sul circuito d'India, suo feudo sportivo da tre anni a questa parte. È la ciliegina su un anno stratosferico, in cui ha raccolto dieci successi, con ancora tre Gran Premi da disputarsi per fare addirittura meglio dell'edizione 2011, anche in termini di punti. Dal 25 agosto solo vittorie: da Spa all'India, passando per Monza, Singapore, Corea e Giappone. Un'escalation tremenda, che ha spezzato in due la concorrenza. Tutti, o quasi, i record della Formula 1 legati all'età recano il suo nome. Ma di questo passo nessun primato può dirsi imbattibile, a partire da quello targato Micheal Schumacher, unico ad oggi ad aver vinto cinque titoli iridati consecutivamente. Ma già l'anno prossimo il trono potrebbe vacillare. Il nuovo Kaiser della Formula 1 è Sebastian Vettel, e chissà per quanto altro tempo ancora durerà il suo Reich.

Luca Pelliccioni