Logo San Marino RTV

WRC, Rally Messico: il Coronavirus cancella il day3, vittoria ad Ogier

L'emergenza sanitaria cancella l'ultima giornata di gara del Rally del Messico, terza prova del Mondiale WRC. La vittoria va quindi a Sebastien Ogier davanti a Tanak e Suninen.

di Alessandro Ciacci
15 mar 2020
@rallyssimo.it

Alla fine la pandemia da Coronavirus ha messo lo zampino anche nel WRC cancellando l'ultima giornata di gara del Rally del Messico. Non c'è ancora rischio diretto nel Centro America, è stato scelto però di annullare le ultime speciali per agevolare il rientro a casa dei team, del personale e degli addetti ai lavori. E così il Mondiale Rally torna a salutare sul gradino più alto del podio Sebastien Ogier. Gara magistrale quella del francese – navigato da Julien Ingrassia – che ha presto la testa della generale alla quarta speciale e non l'ha più lasciata. Per il pilota della Toyota è la sesta affermazione al “Guanajuato”, raggiunto il connazionale Sebastian Loeb in cima all'albo d'oro di questo rally. Ogier ha saputo capitalizzare al massimo la posizione di partenza del venerdì ed i problemi patiti dai diretti rivali per il campionato, su tutti quelli Hyundai.

Thierry Neuville chiude ad oltre 40 minuti dal leader dopo le noie al motore allo stage numero 9, Ott Tanak salva il salvabile e, dopo un brutto errore inziale, è risciuto a rimontare fino alla seconda posizione a circa 30 secondi da Seb. Ottima anche la prova di Teemu Suninen su Ford , il finlandese è terzo con un cospicuo vantaggio su Elfyn Evans – quarto – e Kalle Rovanpera – quinto -. Grosso spavento, invece, per il compagno di scuderia Esapekka Lappi e per il navigatore Janne Ferm. Alla speciale “El Chocolate” la sua Fiesta è andata letteralmente in fiamme dopo un incendio scoppiato durante il controllo orario. Tutto si è chiuso – fortunatamente – senza conseguenze per i piloti. Bottino pieno, quindi, per Ogier che sale in testa al WRC con 62 punti, 8 in più di Evans e 20 in più di Neuville. Ora anche il Mondiale si ferma: Rally d'Argentina rinviato a data da destinarsi, la speranza è ripartire dal Portogallo a fine maggio.