Logo San Marino RTV

Il ciclismo sammarinese festeggia 90 anni

La Federazione Ciclismo sammarinese compie 90 anni

14 mar 2020
L'annullo dedicato ai 90 anni della Federazione Ciclismo

In occasione del 90° anniversario della Federazione Sammarinese Ciclismo, l’Ufficio Filatelico e Numismatico di San Marino ha predisposto l’annullo speciale che rappresenta un ciclista. Il francobollo doveva essere svelato a Tel Aviv nel corso del Congresso annuale dedicato alle Federazioni Nazionali Europee. Congresso annullato per l'emergenza sanitaria con i vertici della Federazione Ciclistica sammarinese rimasti sul Titano. 90 anni di storia che si celebreranno con una festa, appena sarà possibile. Una Federazione nata nel 1930 dopo la sottoscrizione di un accordo tra San Marino ed un'organizzazione ciclistica bolognese. Erano gli anni pionieristici, poi la divisione nel 1972 tra Federazione Ciclismo sammarinese e Federazione Amatori Ciclismo. Nel 2012 la riunificazione con un'unica Federazione che ha come scopo, la promozione e la regolamentazione dello sport del ciclismo, oltre all'organizzazione di manifestazioni sportive a livello nazionale ed internazionale. Elencare le innumerevoli circostanze dove la Federazione ha prestato il suo straordinario contributo diventerebbe complicato e riduttivo: dall'organizzazione del Giro d'Italia, l'ultima lo scorso anno, alle collaborazioni che San Marino ha avuto con società importanti come Saeco e Mercatone Uno. Poi ancora, i Giochi dei Piccoli Stati 2001 e 2017 con la storica doppietta oro a squadre, ciclismo su strada e mountainbike. Atleta di maggior spicco di sempre per San Marino è stata senza dubbio Daniela Veronesi oro a Cipro e in Liechtenstein ai Giochi ma soprattutto terza in classifica generale al Giro d'Italia Femminile del 1999, dopo aver indossato anche la maglia rosa, un quarto posto al Tour de France dello stesso anno e una vittoria alla Vuelta nel 2000. Il momento più nero di questi 90 anni di storia l'incidente che ha coinvolto Michael Antonelli, il giovane, oggi svolge la riabilitazione a casa - stando ai giudizi degli esperti- era uno delle maggiori promesse del ciclismo sammarinese.