Logo San Marino RTV

L'attività sportiva sammarinese in lenta ma graduale ripresa

Bisognerà attendere ancora per gli sport di squadra

7 mag 2020
L'attività sportiva sammarinese in lenta ma graduale ripresa

Sulla base del Decreto Legge 3 maggio 2020 e le disposizioni interpretative del Congresso di Stato emesse nella giornata di ieri, le attività motorie e sportive svolte in forma individuale all’aperto, comprese alcune strutture sportive, possono riprendere. Non ancora per le attività sportive indoor, in questo caso consentite esclusivamente agli atleti d’Interesse nazionale indicati dal CONS e dalle Federazioni Sportive. Bisognerà attendere ancora per gli sport di squadra. Sulla base della circolare esplicativa della Segreteria di Stato allo Sport del 4 maggio e alle disposizioni interpretative ed applicative del Congresso di Stato, il CONS ha predisposto una circolare inviata alle Federazioni Sportive precisando quanto di propria competenza. Le attività motorie e sportive svolte e in forma individuale all’aperto in strutture gestite dal CONS o dalle Federazioni sono consentite agli atleti agonisti e non agonisti, rispettando una serie di misure di prevenzione, quali ad esempio il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di 4 metri. I minori e o le persone non autosufficienti potranno essere accompagnati. Per i non agonisti, l’ingresso sarà contingentato, nel rispetto delle modalità e date di apertura definite dalle singole Federazioni interessate. Per quanto riguarda le attività sportive svolte in strutture al chiuso, consentite in questa fase esclusivamente per gli Atleti d’Interesse Nazionale, l’accesso alle strutture dovrà essere contingentato alla presenza contemporanea massima di 5 persone (atleti, tecnici e/o collaboratori) o, nel caso di strutture di dimensioni inferiori ai 50 mq, non più di un atleta ogni 10 mq. Per le attività sportive indoor, inoltre, occorrerà rispettare il protocollo sanitario che sarà definito dal Gruppo di Coordinamento per le Emergenze Sanitarie. La pratica dell’attività sportiva, sia in strutture all’aperto che al chiuso, deve avvenire rispettando le misure di sicurezza previste dal Decreto al fine di evitare assembramenti. Non sarà consentito l’uso degli spogliatoi, ad eccezione dei servizi igienici.