Logo San Marino RTV

Michael Antonelli: un anno fa il terribile incidente. Domani corsa sullo stesso tracciato

A distanza di un anno si torna a correre dove il ciclista sammarinese ebbe l'incidente. Il giorno di Ferragosto, giovedì 15, la Mastromarco Sensi Nibali sarà in gara nella Firenze-Viareggio, corsa di km 179, nota anche come Firenze-Mare

di Lorenzo Giardi
14 ago 2019
Michael Antonelli un anno fa il terribile incidente. Domani corsa sullo stesso tracciato
Michael Antonelli un anno fa il terribile incidente. Domani corsa sullo stesso tracciato

A distanza di un anno i giovani squali del presidente Carlo Franceschi e del D.S Gabriele Balducci tornano sulle strade in cui Michael Antonelli fu coinvolto in un terribile incidente.

Il corridore sammarinese – scrive il sito web ufficiale della Mastro Sensi Nibali- finì fuori strada, in una curva in discesa, volando in una scarpata e battendo fortemente il capo. I primi soccorsi, il trasporto d’urgenza all’ospedale di Firenze, la lunga degenza in terapia intensiva. Poi l’inizio del lungo e lento percorso di riabilitazione, tutt’ora in corso, prima presso l’istituto di Montecatone (Imola) e ora al Centro di Riabilitazione Luce sul Mare di Torre Pedrera (Rimini).

Le uniche cose che si possono fare – si legge- sono aspettare, lottare e sperare. Poi una lunga lettera scritta dal Direttore Sportivo Gabriele Balducci, il quale sottolinea che il ciclismo è uno sport bellissimo ma che espone i corridori a rischi elevatissimi, riferimento anche l'ultimo tragico evento accaduto in Polonia dove è deceduto in gara il belga Bjorg Lambrecht. Occorre- continua Balducci- lavorare ancora di più sulla sicurezza.

Il giorno di ferragosto, esattamente a 12 mesi di distanza da quel giorno in cui è cambiata la vita del giovane Antonelli, correremo anche per lui – aggiunge Balducci. Questo ragazzo sta lottando da un anno, grazie anche alla forza e l’impegno della mamma e della sua famiglia, dimostrando uno straordinario attaccamento alla vita e deve essere un esempio.

Si va avanti, nello sport e nella vita, ma anche se non se ne parla o con il tempo le notizie passano, noi non ci dimentichiamo di lui, è sempre con noi - conclude Balducci.