Logo San Marino RTV

Roller, Giannoni racconta il successo tricolore e il Mondiale a Barcellona

"Inaspettato il successo nel campionato italiano, ai World Games limitato da un infortunio".

di Riccardo Marchetti
8 lug 2019
Intervista a Davide Giannoni
Intervista a Davide Giannoni

È stato davvero intenso quello del sammarinese Davide Giannoni: prima la vittoria del campionato italiano roller cross, poi la partecipazione ai World Roller Games di Barcellona. “È stata la mia prima volta al campionato italiano roller cross, una delle discipline del freestyle in line – spiega - ho provato e con un po' di fortuna è andata bene, è stato un successo inaspettato. Ho iniziato a crederci dopo la batteria di semifinale, perché avevo visto di avere buone possibilità soprattutto in partenza. Ho dato tutto lì cercando di uscire in testa dalla terza curva: mi è andata bene e ce l'ho fatta”.

Una vittoria che gli è valsa l'approdo al Mondiale di Barcellona, dove però proprio i postumi della prova tricolore gli hanno impedito di andare oltre il 35° posto nello street e il 9° nell'half pipe. “Per vincere il campionato italiano ho spinto troppo e ho avuto delle piccole contratture sembravano passate – dice Giannoni - invece nel warm up delle qualifiche della categoria street a Barcellona ho avuto due grandi contratture che mi hanno completamente bloccato il giorno della gara di street e si sono protratte fino al giorno prima della finale dell'half pipe. Devo ringraziare Manuel Rodriguez del comitato colombiano, che insieme alla loro fisioterapista mi ha preso sotto le sue ali e mi ha rimesso quasi del tutto in piedi per la finale dell'half pipe. Soprattutto in rampa avevo fatto la bocca a un risultato diverso e senza questo infortunio qualcosina in più sarebbe arrivato. Però il giorno prima della gara ancora non camminavo, quindi va bene così”.