Logo San Marino RTV

Frontalieri: novità sul recupero d'imposta

2 mag 2005
Frontalieri: novità sul recupero d'imposta
La modifica legislativa avvenuta in Italia, all’articolo 165 del tuir, peggiora la condizione dei frontalieri che sono ora alle prese con la dichiarazione dei redditi 2004. E’ confermata la franchigia degli 8.000 euro, così come la no tax area di 7.500, variabile a seconda del reddito del lavoratore e dei suoi oneri deducibili, ad esempio i contributi previdenziali.
La novità riguarda invece il credito d’imposta, ossia il riconoscimento delle imposte già pagate a San Marino. Se prima il recupero di queste imposte era totale, ora ne verrà riconosciuta solo una quota, e questa sarà determinata dalla proporzione del reddito esente sul reddito complessivo estero. Ad esempio, con un reddito di 24.000 euro e l’esenzione di 8.000, ossia di un terzo, il dichiarante aveva 1.500 euro di ritenute subite a San Marino, che venivano poi tutte recuperate. Con questa novità non si recuperano più tutti i 1.500 ma solo un terzo risulterà esente.
Novità maggiori per le dichiarazioni del 2005: verrà introdotta una nuova no tax family, da aggiungersi alla no tax area, che interesserà i lavoratori con moglie e figli a carico, mentre per i single non cambierà nulla.
Le organizzazioni sindacali sammarinesi offrono consulenza fiscale gratuita per i frontalieri: alla Csdl ogni lunedì dalle 16 alle 19 e ogni giovedì dalle 15.30 alle 18.30 l’esperto riceverà, previo appuntamento da fissare allo 0549 962060, alla sede del Central Square. Presso la Cdls invece l’esperto riceve ogni martedì e giovedì dalle 15 alle 19: per appuntamento telefonare allo 0549 962080.