Logo San Marino RTV

Coronavirus nel mondo: in calo i morti negli Usa. Attenzione a rimbalzo dei casi in Germania

11 mag 2020
Coronavirus nel mondo: in calo i morti negli Usa. Attenzione a rimbalzo dei casi in Germania

Sono 496 i morti per Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Brasile, per un totale di 11.123. Lo ha annunciato il ministero della Salute. I nuovi contagi sono 6.760, per un totale di 162.699.

In calo i morti negli Stati Uniti: 776 in 24 ore, l'incremento più basso da marzo, che porta il totale a 79.522 morti. Lo rende noto l'università americana Johns Hopkins, secondo cui i casi totali di positività registrati nel Paese hanno raggiunto quota 1.329.072. Positiva al coronavirus anche la portavoce del vice presidente americano Mike Pence. In un primo momento era stato comunicato che Pence avesse deciso di autoisolarsi, dichiarazioni poi smentite da Devin O'Malley, viceportavoce di Pence, aggiungendo che il numero due di Donald Trump "e' risultato negativo tutti i giorni e intende essere domani alla Casa Bianca". 

Alcuni indicatori in Germania fanno temere un rimbalzo dei casi invitando alla prudenza. L'istituto tedesco Robert Koch ha registrato una ripresa del tasso dei contagi: 1,1 contro lo 0,65 di mercoledì scorso, una situazione che - dice - andrà monitorata con grande attenzione nei prossimi tre giorni. La Germania aveva provveduto al alcune progressive aperture già dal 20 aprile. E il 6 maggio si è decretata la svolta: con la decisione di delegare i laender a decidere le date per riaprire ristoranti, hotel, negozi e asili nido (le scuole sono già riaperte, a scaglioni, dal questa settimana). Addirittura la Bundesliga, pur fra le polemiche, riprenderà a porte chiuse dal 16 maggio. E a molti non basta: durante il fine settimana migliaia di persone sono scese in piazza in varie città tedesche e in Svizzera per sollecitare una maggiore libertà di movimento. A Berlino e Monaco ci sono stati anche scontri con la polizia. Estremisti, riferiscono le autorità, ma anche gente comune.

A Wuhan, la città cinese focolaio del virus, si registra un nuovo caso dopo settimane: era dal 4 aprile che non c'erano nuovi infetti. A Seul, intanto ieri si è deciso di richiudere bar e discoteche, dove sono nati nuovi focolai.