Logo San Marino RTV

Lunedì la cerimonia di insediamento del neoeletto Presidente Volodymyr Zelensky

La corrispondenza settimanale di Victoria Polishuk

18 mag 2019
Volodymyr Zelenskyi @twitterla corrispondenza di Victoria Polishuk
la corrispondenza di Victoria Polishuk

Il giorno dell'inaugurazione è stato fissato. Volodymyr Zelenskyi ha invitato gli ucraini al Parco Mariinsky, nel centro di Kiev, la mattina del 20 maggio, quando si recherà alla Verkhovna Rada per la cerimonia. Per congratularsi personalmente con il garante della costituzionalità dell'Ucraina arriveranno i Presidenti di Lituania, Ungheria, Estonia e Georgia, insieme a delegazioni degli altri Paesi europei. In base all'attuale legislazione, il neoeletto Presidente presterà giuramento prima dei deputati del popolo. Quindi si recherà nel suo ufficio nell'amministrazione presidenziale. La prima cosa che potrebbe essere fatta è la firma di un decreto per la dissoluzione anticipata della Verkhovna Rada, e la fissazione di elezioni anticipate, a causa della mancanza di una maggioranza parlamentare. Oggi è il giorno della lotta per i diritti dei Tatari di Crimea, la popolazione indigena della Penisola crimeana, che è ora occupata dalla Federazione Russa. 75 anni fa Stalin ordinò la deportazione dell'intera popolazione nelle vuote lande centro-orientali, a seguito dell'accusa di collaborazionismo con i nazisti. Centinaia di migliaia di persone morirono in quei giorni. E solo negli anni '90 ai Tatari di Crimea fu concesso di tornare nella loro Patria. Nel 2014 la maggioranza non riconobbe l'annessione. Nella Penisola questa gente è oppressa dal nuovo governo, gli attivisti sono intimiditi ed imprigionati. Oggi in Ucraina ci sono eventi di vicinanza e solidarietà con i Tatari crimeani.