Logo San Marino RTV

Champions League: questa sera Juventus-Bayer Leverkusen, Sarri conferma il 4-3-1-2

Dopo il beffardo 2-2 con l'Atletico, i bianconeri fanno il loro esordio in Champions allo Stadium. Higuain preferito a Dybala, Bosz punta tutto su Havertz. Nel girone D anche Lokomotiv Mosca - Atletico Madrid

di Alessandro Ciacci
1 ott 2019
Champions League: questa sera Juventus-Bayer Leverkusen, Sarri conferma il 4-3-1-2
Champions League: questa sera Juventus-Bayer Leverkusen, Sarri conferma il 4-3-1-2

E' l'esordio allo Stadium e l'obiettivo della Juventus è uno solo: trovare il primo successo europeo di questa stagione. I bianconeri di Maurizio Sarri, beffati dall'Atletico Madrid dopo una grande prestazione al Wanda Metropolitano, tornano per la prima volta a casa in questa Champions League ed affrontano il Bayer Leverkusen. Il 4-3-1-2 sembra certo per il tecnico toscano che ha momentaneamente accantonato il 4-3-3 vista l'assenza di esterni d'attacco - Douglas Costa in primis -. Rispetto all'ultima di campionato contro la SPAL si rivedrà Alex Sandro a sinistra, tornato dal Brasile dopo il lutto familiare. A destra, invece, ancora spazio a Cuadrado con Bonucci e De Ligt a difendere la porta di Szczesny. Il centrocampo è quello delle conferme: Khedira, Pjanic e Matuidi con Ramsey alle spalle di Higuain, favorito su Dybala, e Cristiano Ronaldo, pronto a sbloccarsi. Dall'altra parte i tedeschi: 13 punti in Bundesliga dopo 6 giornate ma ancora a 0 in Champions dopo lo scivolone alla prima con la Lokomotiv Mosca. Il tecnico del Leverkusen Bosz parte da alcune certezze per il suo 4-2-3-1: su tutte quelle della stellina Kai Havertz, classe '99 e citato anche da Sarri come uomo da tenere d'occhio. Nella batteria dei trequartisti anche Demirbay e Amiri, il terminale offensivo sarà Volland.

Non solo Juve-Bayer, il girone D prevede anche la sfida tra Lokomotiv ed Atletico con i russi sorprendentemente in testa e pronti a tendere uno scherzetto al “Cholo” Simeone nonostante i precedenti sorridano ai Colchoneros: 2 successi spagnoli nei 4 confronti e ben 11 reti segnate. Atletico Madrid che dovrà rinunciare a Vitolo con possibile arretramento di Joao Felix a sinistra con Morata e Diego Costa davanti, Mosca che risponde con gli ex “italiani” Howedes e Joao Mario.