Logo San Marino RTV

La Dea ricoperta d'amore al suo ritorno a Bergamo

a squadra di Gasperini acclamata dai tifosi al suo rientro a Bergamo. La sconfitta sul filo di lana con il Paris Saint Germain ai quarti di finale di Champions League resterà nella storia di questa società che ora vuole provare a fare il salto di qualità

di Lorenzo Giardi
14 ago 2020

Da ieri l'Atalanta è ufficialmente in ferie meritate. Lo sarà fino al 31 agosto per poi riprendere la preparazione in vista dell'inizio del campionato previsto per il 19 settembre. Un autentico bagno di folla e di entusiasmo ha travolto la Dea al suo rientro da Lisbona. La semifinale di Champions sfumata al 92esimo equivale ad una vittoria per tutta la gente di Bergamo, che grazie alla straordinaria stagione dell'Atalanta ha leggermente staccato. Un'annata così va in archivio alla voce “difficilmente ripetibile”: terzo posto in campionato, miglior attacco e quarti di finale di Champions. Ma è chiaro che a questo punto una famiglia compatta e solida come quella dei Percassi cercherà di non accontentarsi. L'Atalanta studia per rinforzare, e non smantellare una rosa, che potrebbe puntare al sogno primo scudetto della storia. E' quello l'obiettivo per non ricevere solo applausi e complimenti ma per iscrivere il nome nell'albo d'oro del Campionato italiano. Si ripartirà ovviamente da Gasperini, il tecnico dei miracoli deve provare ad alzare l'asticella. Si fanno già dei nomi. In testa alla lista c'è il nome del francese del Sassuolo Jeremie Boga. Vedremo quello che succederà nel mercato, per il momento ci sono solo applausi per una mancata semifinale di Champions sfumata per un soffio tanto orgoglio per la Città di Bergamo e tanti tanti soldi che arriveranno nelle casse della società dalla Uefa con i quali fare mercato sarà più facile.