Logo San Marino RTV

La Reggina di Roberto Cevoli elimina il Monopoli di Filippo Berardi

Al Granillo fa festa la squadra di Cevoli, stagione finita per il Monopoli che non ha potuto schierare l'infortunato Filippo Berardi

13 mag 2019
Reggina - Monopoli 1-1
Reggina - Monopoli 1-1

Nei play-off di serie C, la Reggina di Roberto Cevoli si qualifica per il secondo turno dei play-off. Al Granillo, di fronte a 15.000 spettatori, basta un pareggio per 1 a 1 per eliminare il Monopoli di un altro sammarinese, Filippo Berardi     C'è il pubblico delle grandi occasioni al Granillo dove si affrontano la Reggina, settima del girone C e il Monopoli, ottava classifica al termine della stagione regolare.  Roberto Cevoli si affida alla coppia offensiva, formata da Bellomo e Doumbia, Giuseppe Scienza sceglie il modulo 3 - 5 - 2, non c'è  Filippo Berardi, infortunato ma comunque in panchina. Comincia bene il Monopoli ma la prima vera occasione e per gli amaranto, con il colpo di testa di Doumbia che non inquadra il bersaglio. Ospiti in salute e alla prima opportunità sbloccano il risultato. La punizione dai 18 metri di Scoppa, sorprende nell'angolo di propria competenza il portiere Confente. Reggina che potrebbe pareggiare sul finire di tempo, pennellata di Strambelli ma Conson di testa si divora il pallone dell' 1 a 1. La partita resta bella ed avvincente e la squadra di Cevoli sfiora il pareggio con un altro colpo di testa, Sponda di Kirwan per il tentativo fuori misura di Gasparetto. A venti dal temine, Cevoli si gioca la carta Ungaro e sarà la mossa vincente. Ci provano, prima SDtrambelli, sinistro ribattuto e poi bellomo che trova l'opposizione di Pissardo. Il gol che vale la qualificazione è un autentico capolavoro di Ungaro.  Gran sinistro dalla distanza, palla sotto l'incorio dei pali e nulla da fare per il portiere Pissardo.  Un gol che fa letteralmente espoldere di gioia, i 15mila del Granillo. Il Monopoli non si arrende e la semi rovesciata di Ferrara, mette i brividi alla squadra calabrese.     Al novantesimo Martiniello potrebbe chiuderla ma calcia debolemnte su Pissardo. E' l'ultima emozione di una partita ben giocata dalle due squadre e che premia la Reggina che mercoledì sfiderà il Catania al "Massimino"            

Palmiro Faetanini