Logo San Marino RTV

Rimini fc, la squadra resta a Grassi: "Chi vuole trattare deve offrire garanzie"

di Elia Folco
22 ago 2019
Rimini fc, la squadra resta a Grassi: "Chi vuole trattare deve offrire garanzie"
Rimini fc, la squadra resta a Grassi: "Chi vuole trattare deve offrire garanzie"

È un clima sempre più acceso quello che si respira in casa Rimini, dove l'incertezza ormai regna sovrana. La trattativa che avrebbe dovuto consegnare il 30% della squadra all'imprenditore Massimo Nicastro si è improvvisamente conclusa, dopo che l'italoamericano aveva già versato 200.000 euro, tutti regolarmente restituiti, per acquisire la percentuale. Il contratto d'acquisto presentato però, stando alle parole del legale Gianluca Brugioni, era diverso dall'intesa che le due parti avevano trovato

Dal nostro punto di vista questo contratto preliminare conteneva della clausole che non potevano essere accettate, nell’interesse del Rimini FC. Abbiamo avuto un confronto chiaro con Nicastro su questi temi e si è trovata la soluzione di tornare indietro e risolvere il contratto. Questo vale nella questione Nicastro, ma vale in tutte le trattative che abbiamo fatto o che andremo a fare: noi chiediamo, nell’interesse del Rimini, che chi si presenta a una trattativa sia pronto con fideiussioni e garanzie certe, cioè i pagamenti vanno garantiti.

La domanda che tutti ora si fanno è: che ne sarà del Rimini? Si riuscirà a trovare qualcuno interessato ad acquisire la squadra? Stando alle parole del presidente Giorgio Grassi e di Brugioni al momento non c'è nulla in ballo, ma i due preferiscono parlare del campo, a tre giorni dal debutto in campionato nel derby contro l'Imolese, per una squadra che, nonostante tutto, si dice unita in questa battaglia.

Ho fatto un patto di ferro con questo staff, al quale mi sono fortissimamente affezionato, vedo una grandissima compattezza e mi piace: tutti hanno deciso di giocare per me quest’anno perché hanno capito che sono una persona che lo merita. E naturalmente io farò tutto per loro per fare un campionato all’altezza delle nostre aspettative.

La situazione è però molto complessa, con la squadra che in questo momento non ha nessun serio acquirente e si presenta ai blocchi di partenza con una rosa rivoluzionata rispetto all'anno precedente, senza però aver ancora mostrato di aver trovato una vera stabilità, testimoniata anche dall'intervento di un tifoso che ha espresso le sue perplessità. Alla conferenza è intervenuto anche l'allenatore dei biancorossi Renato Cioffi, che innervosito dalle parole della stampa, si è lasciato andare a uno sfogo che si è acceso sempre più e col quale si è concluso l'incontro. Staremo a vedere cosa riserverà il futuro al Rimini, a partire dal derby di domenica prossima, che darà il via al nuovo campionato, con una nuova squadra, un nuovo tecnico e un vecchio presidente.