Logo San Marino RTV

Adiconsum: il contratto Sky non tutela gli utenti

10 nov 2003
Adiconsum: il contratto Sky non tutela gli utenti
Un giudizio negativo, da parte dell’Adiconsum, associazione dei consumatori italiana, nei confronti del nuovo operatore Sky, che in questi giorni sta inviando il proprio contratto ai vecchi abbonati della tv a pagamento. Il contratto, sostiene l’associazione, prevede scarsissima tutela per il consumatore ed anche l’Asdico, associazione sammarinese dei consumatori della CDLS, mette in guardia gli utenti e li invita a leggere con attenzione i termini dell’accordo prima di sottoscriverlo. Secondo alcune norme previste dal contratto, e severamente contestate dall’Adiconsum tanto che ha già denunciato al garante delle comunicazioni i comportamenti lesivi del diritto dei consumatori, l’invio della fattura all’abbonato, coi costi sostenuti, avviene solo se richiesta al momento dell’adesione. Sky inoltre, in qualsiasi momento può diminuire i programmi inseriti nell’abbonamento, mentre il consumatore può solo aumentarli. Se si modifica la modalità di pagamento non si ha diritto a promozioni o sconti. In caso di guasto del decoder non si ha diritto al recupero dei giorni di abbonamento non goduti, e in caso di furto del decoder si paga una penale enorme. Non sono inoltre previste modalità per reclami e contenziosi ed infine la garanzia prevista per l’installazione dell’impianto è di soli 90 giorni, non rispettando la nuova legge che prevede due anni. E non è tutto, poiché l’Adiconsum ha constatato che Sky difetta anche nelle relazioni coi clienti, i quali, per inoltrare reclami e problemi tecnici devono telefonare ad un numero a pagamento, con lunghe attese. Ed anche sulla trasparenza, dicono, c’è difetto, non essendo reperibile sul sito Internet di Sky il relativo contratto d’abbonamento.