Logo San Marino RTV

Ex CIS: Ucs segnala anomalie, "da alcuni conti stornate cifre di assegni, bonifici o accrediti mai andati a buon fine". Bonfatti: "Verifiche su eventuali inconvenienti"

4 ott 2019
Banca CIS
Banca CIS

Dall'inizio delle migrazioni dei conti correnti ex Cis, avviate una ventina di giorni fa, restano in media 50 i trasferimenti effettuati quotidianamente verso le tre banche cessionarie, Bac, Bsi e Bsm. Nessun intoppo, a parte le lungaggini dovute al numero elevato degli stessi. In totale sono circa 3500 posizioni. Serviranno ancora tra le due e le quattro settimane per completare il processo.

Intanto l'Unione Consumatori Sammarinesi riferisce di alcune criticità segnalate dai correntisti. “Abbiamo avuto diverse segnalazioni di conti correnti dove sono state stornate cifre di assegni mai arrivati a buon fine – afferma la Presidente Ucs, Francesca Busignani - o di accrediti e bonifici in altre banche mai andati in porto; o del pagamento dell'Igr stornato dai conti ma mai arrivato a destinazione. I conti sono stati svincolati dal 23 settembre e da quella data devono essere operativi e le transazioni devono essere fatte veramente sugli importi reali delle persone”.

L'amministratore speciale di Banca Nazionale Sammarinese, Sido Bonfatti assicura controlli e massima attenzione, presumendo tuttavia che in qualche caso “si alluda ad assegni staccati prima della sospensione dei pagamenti, ma pervenuti solo successivamente. L'inconveniente – esemplifica – potrebbe riguardare il fatto che il creditore destinatario dell'assegno di un cliente, si sia fatto pagare in altro modo perché impossibilitato ad incassarlo, ma ciò non significa che abbia riscosso un doppio pagamento”. Bonfatti invita l'associazione a fornire un elenco dei casi segnalati, “poi valuteremo – dice - se il fenomeno è questo oppure se ci sia stato qualche errore”.

Numerose le casistiche singole e specifiche che l'Ucs sta raccogliendo in questi giorni e che – assicurano – saranno poi trasmesse al Commissario Bonfatti e a Banca Centrale; stesso discorso per le macro casistiche che saranno opportunamente girate anche alla Segreteria Finanze”. La Busignani fa sapere infine di aver sollecitato incontri con le parti, ma senza ricevere risposta. Dal canto suo, il Commissario Bonfatti riferisce di non avere contatti da mesi con le associazioni dei consumatori, di non aver ricevuto alcuna richiesta recente di incontro, ma comunque di essere sempre disponibile ad un confronto diretto qualora gli venga richiesto”.