Logo San Marino RTV

Frontalieri: CDLS contro la doppia tassa

11 feb 2004
Frontalieri: CDLS contro la doppia tassa
L’Agenzia delle entrate italiana conferma per il 2004 che i primi 8mila euro in busta paga dei frontalieri non saranno tassati. Il fisco colpirà la parte eccedente di questa somma.Tra un mese scatta la doppia imposizione fiscale per migliaia di lavoratori italiani occupati in Repubblica. La frontalieri-tax, secondo il sindacato, provocherà un salasso ai bilanci famigliari di circa 6mila lavoratori, ripercussioni sulla gestione dei contratti collettivi, sul sistema previdenziale e sul mercato occupazionale: per il vice segretario della CDLS Giorgio Felici, in questo momento la doppia tassa è il problema numero uno dell’economia sammarinese. Di qui l’invito al Governo di chiedere all’Italia il rispetto degli impegni internazionali sottoscritti con la convenzione bilaterale del 2002. Impegni che prevedevano una proroga della doppia tassazione fino alla ratifica dell’accordo bilaterale e il varo di una legge ordinaria per disciplinare la materia fiscale. Ricordiamo che la detassazione parziale per i redditi dei frontalieri è stata introdotta con la finanziaria del 2003 ma non applicata, e confermata con la manovra economica italiana del 2004.