Logo San Marino RTV

Il memorandum con Banca d'Italia potrebbe arrivare entro l'anno

14 apr 2014
Il memorandum con Banca d'Italia potrebbe arrivare entro l'anno
Il memorandum con Banca d'Italia potrebbe arrivare entro l'anno
Buone notizie per San Marino dagli Spring Meetings di Washington, che hanno costituito l'occasione per un dialogo fra i vertici di Banca Centrale e il Direttore Nazionale di Banca d'Italia, Salvatore Rossi. Ovviamente si è affrontato uno dei temi più sentiti sul Titano, la sottoscrizione del Memorandum of Understanding, il documento bilaterale che dovrà rappresentare, per le banche della Repubblica, l'opportunità di allargare oltre confine la loro operatività. Rossi si è detto convinto che entro l'anno si possa arrivare alla sottoscrizione dell'intesa bilaterale, ma non prima che si definisca nei dettagli il progetto della centrale rischi sammarinese, l'istituto cioè che dovrà consentire di valutare l'esposizione complessiva delle banche. Il memorandum, atteso da tempo, dovrà invece disciplinare le relazioni tra le due Banche Centrali, nell'azione di vigilanza, per la circolazione monetaria e lo scambio di informazioni proprio in materia di rischi creditizi. L'accordo dovrà anche creare le premesse per la progressiva integrazione dei sistemi bancari dei due paesi, come già stabilito nell’accordo di cooperazione finanziaria del novembre 2009. A Washington, i dirigenti di via del Voltone, hanno affrontato anche i temi dell'antiriciclaggio, soffermandosi, in particolare, sugli strumenti per identificate le minacce e i rischi di coinvolgimento del sistema in operazioni di riciclaggio e le misure di contrasto. San Marino, in proposito, ha espresso formalmente l'intenzione di avvalersi dell'esperienza dei tecnici della Banca Mondiale. Nei vari incontri in agenda, Banca Centrale ha discusso, con i referenti del Fondo Monetario le dinamiche
del comparto bancario e finanziario sammarinese e le sue prospettive di internazionalizzazione, con riferimento, in particolare, all’assetto di governance della Cassa di Risparmio, in conseguenza del processo di ricapitalizzazione sostenuta dallo Stato; poi l’evoluzione dei crediti bancari e le relative iniziative di vigilanza, e inoltre le relazioni con la Banca d’Italia dopo l’uscita di San Marino dalla black list. Nell’occasione, è stato presentato anche Justin Tyson, che sarà il nuovo responsabile del team di valutatori della missione Article IV, del Fondo Monetario, che si terrà nel febbraio 2015.
Infine un approfondito confronto con Andrea Montanino, Direttore Esecutivo del Fondo Monetario Internazionale e Piero Cipolonne, Direttore Esecutivo della Banca Mondiale, sui temi che riguardano il processo di internazionalizzazione dell'economia sammarinese e il contributo che questi due organismo internazionali possono dare a San Marino.

Sergio Barducci