Logo San Marino RTV

Ocse: la ripresa economica mondiale comincerà prima di quanto previsto

3 set 2009
Ocse: la ripresa economica mondiale comincerà prima di quanto previsto
Ocse: la ripresa economica mondiale comincerà prima di quanto previsto
San Marino prosegue il cammino intrapreso per raggiungere l’obiettivo dei 12 accordi contro le doppie imposizioni e per lo scambio di informazioni che gli consentirà di uscire dalla lista grigia Ocse. Il Global Forum riconosce che i piccoli centri finanziari possono necessitare di assistenza tecnica per definire, velocizzare ed implementare effettivamente gli standard richiesti. Gli esiti della conferenza verranno valutati già questo fine settimana a Londra, al vertice dei ministri finanziari del G20, e il 24-25 settembre a Pittsburgh, al prossimo G20 plenario. Il segretario generale dell’Ocse Angel Gurria è categorico: è la fine del segreto bancario come scudo per l’evasione. “Con la crisi – ha aggiunto – le aspettatitive dell’opinione pubblica sono alte e la tolleranza è zero”. Il governo di San Marino prepara intanto l’incontro di metà settembre a Roma confermato nei giorni scorsi dai segretari Gatti e Mularoni e dal Ministro Tremonti. Incontro che sarà preceduto, nei prossimi giorni, da altri incontri italo-sammarinesi, sempre nella capitale. In un servizio di 9 pagine su San Marino nel prossimo numero del settimanale Economy, in uscita nelle edicole, il segretario alle Finanze Gatti ha ribadito che gli accordi italo-sammarinesi potrebbero essere operativi “entro il gennaio 2010”. Lo scambio di informazioni fiscali sarà reciproco ed automatico e potrà avvenire – si legge sul sole 24 ore – anche senza una rogatoria. Del resto è esattamente quello che avviene in tutti paesi che hanno deciso di seguire gli standard internazionali in materia. Sale l’attesa, intanto, anche per il 21 settembre quando comincerà la riunione del Moneyval che San Marino attende nella speranza di far decadere la cosiddetta procedura rafforzata.

Salvatori