Logo San Marino RTV

Rivelazioni di 'Libero': conti di Tanzi sul Titano

3 mar 2004
Rivelazioni di 'Libero': conti di Tanzi sul Titano
Finanziamenti a Romano Prodi, Massimo D’Alema, Pierluigi Bersani, Pier Ferdinando Casini, Rocco Bottiglione?. Finanziamenti che sarebbero passati attraverso le banche del Titano? Questo, stando al quotidiano “Libero” – che riporta alcuni stralci di un verbale segreto – quanto avrebbe ammesso Calisto Tanzi, in un interrogatorio davanti ai magistrati di Parma che indagano sul crack Parmalat. Tanzi, si legge nell’articolo, non parla mai di tangenti o di reati, ma di finanziamenti, a volte spontanei, a volte consigliati da qualcuno. L’ex patron di Parmalat avrebbe spiegato anche le modalità con cui furono organizzati questo tipo di finanziamenti ai politici italiani. Questa la frase di Tanzi che, secondo Libero, sarebbe stata messa a verbale: “per evitare le norme antiriciclaggio aprimmo due conti a San Marino, uno intestato a me, l’altro a Gorreri”, il componente del cda di Collecchio passato poi alla presidenza della Banca Monte Parma, anche lui attualmente agli arresti. Parlando dell’istituto di credito parmigiano, sempre secondo quando riporta il quotidiano Libero, Tanzi avrebbe spiegato che da lì venivano travasati i soldi necessari per alimentare i due conti clandestini sammarinesi. Una fonte inquirente di Parma, alla domanda se tra gli indagati nella vicenda del crack di Collecchio figurino anche esponenti politici, risponde di no. La direzione di “Libero” replica che quanto e’ stato scritto dal giornale sono le parole di Tanzi, verbalizzate in un atto giudiziario ufficiale. E oggi il quotidiano diretto da Vittorio Feltri rincara la dose, aggiungendo che nel verbale ci sarebbero – ma Libero non usa condizionali - i nomi di Nicola Sanese, Emilio Colombo, Angelo Sanza, Calogero Mannino e Bruno Tabacci. Tutto ciò è pubblicato dal quotidiano “Libero”. Dagli ambienti giudiziari della Repubblica di San Marino nessuna indiscrezione sulla vicenda.